Stabilizzatore di tensione: si o no?

Avatar utente
drews
Midrange
Messaggi: 1813
Iscritto il: 23 mag 2012, 22:43
Località: Roma/Bucharest

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#121

Messaggio da drews »

johnnydisc ha scritto:comunque ritornando in topic....mi sono letto la domanda iniziale che aveva fatto marco riguardo lo stabilizzatore.....
dice pure di montare amplificazione monolithic abbastanza tweek.....( dunque di abola e altri machi non ce ne può frega de meno!!! )non sono un espertissimo ma mi sembra che questi finali non sono stabilizzati dunque dovrebbe solo fare del gran bene in questo contesto lo stabilizzatore......
l'unico vero esperto in questo caso mi viene in mente solo TOGNON .....e se intervenisse sarebbe cosa gradita a tutti ....CREDO!!!!!!
Infatti in questo specifico argomento il marchio dell'ampli è assolutamente trascurabile. Il succo è se anche gli ampli che hanno uno stadio di alimentazione piu o meno stabilizzato beneficiano all'ascolto di uno stabilizzatore esterno.
Avatar utente
pergo
Midrange
Messaggi: 2290
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:43
Località: un po' di qua, un po' di la..
Contatta:

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#122

Messaggio da pergo »

Kristo ha scritto: Eppure da prove strumentali di ACS anche gli MX4 hanno potenze erogate pesantemente diverse tra 11v (187 W x 4 su 4 ohm) e 14,4v (280w x 4 su 4 ohm) ed hanno un differente comportamento per quel che riguarda l'intervento delle protezioni... [ACS n.211 pag.55]
sulla brochure, quindi il costruttore, sventolano "dual fully regulated power supply".
Che in italiano vuol dire "doppia alimentazione completamente stabilizzata".

Purtroppo non ce l'ho e quindi mi sono fidato del costruttore ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;)





Rispondendo a Drews e Marinilli: per fortuna non siete dei costruttori, men che meno progettisti. Si vede, si legge..ed alla grande!

Lo so che il mio modo "sanguigno" di pormi non aiuta lo scambio. Sicuramente alimenta una certa tendenza a congelare i discorsi ed a criticare "a prescindere" sempre da parte dei soliti noti (noti annoiati).
Quello che mi amareggia di questa situazione è che si arrivi a buttare tutto nel mucchio, in nome di una certa anomea dialettica. Che Pergo dia lezioni di elettronica applicata concrete e tangibili, che si limiti a dissentire o a criticare, che faccia il burlone, tant' è, Pergo è un polemico collerico che non accetta i contraddittori. :wai: Poco conta che quasi sempre quei contraddittori "finiti male" siano fondati su "non problemi", "fantasie" o "ilazioni", o semplicemente che contrastino con i moderni principi di elettronica (quando non con il semplice buon senso). O_O
Se si crede che basti dire la propria per dare autorità alle affermazioni, allora non servono commentatori tecnici, basta Google.
In ogni caso mi avete ricordato indirettamente quale sia il target tecnico privilegiato nel forum.... :)
Ultima modifica di pergo il 26 giu 2012, 19:29, modificato 1 volta in totale.
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Tutto è facile, per chi non deve farlo.
Ciao Dude! Insegna agli angeli come essere pedanti, logorroici e inconcludenti!
Immagine
Avatar utente
21.12.2012
Coassiale
Messaggi: 71
Iscritto il: 28 mag 2012, 10:11
Località: cogollo -VI-

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#123

Messaggio da 21.12.2012 »

johnnydisc ha scritto:comunque ritornando in topic....mi sono letto la domanda iniziale che aveva fatto marco riguardo lo stabilizzatore.....
dice pure di montare amplificazione monolithic abbastanza tweek.....( dunque di abola e altri machi non ce ne può frega de meno!!! )non sono un espertissimo ma mi sembra che questi finali non sono stabilizzati dunque dovrebbe solo fare del gran bene in questo contesto lo stabilizzatore......
l'unico vero esperto in questo caso mi viene in mente solo TOGNON .....e se intervenisse sarebbe cosa gradita a tutti ....CREDO!!!!!!
Grandissimo Johnny....qualcuno che legge :)

Si sta pesantemente cavillando su ampli stabilizzati quando i miei Monolithic di stabilizzato hanno solo il supporto dove sono fissati XD
Avatar utente
pergo
Midrange
Messaggi: 2290
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:43
Località: un po' di qua, un po' di la..
Contatta:

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#124

Messaggio da pergo »

johnnydisc ha scritto:comunque ritornando in topic....mi sono letto la domanda iniziale che aveva fatto marco riguardo lo stabilizzatore.....
dice pure di montare amplificazione monolithic abbastanza tweek.....( dunque di abola e altri machi non ce ne può frega de meno!!! )non sono un espertissimo ma mi sembra che questi finali non sono stabilizzati dunque dovrebbe solo fare del gran bene in questo contesto lo stabilizzatore......
no, non sono stabilizzati internamente.
Lo stabilizzatore esterno è una via. Non è cosi stupido inserirlo, anzi.

E' da valutare a seconda del proprio impianto.
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Tutto è facile, per chi non deve farlo.
Ciao Dude! Insegna agli angeli come essere pedanti, logorroici e inconcludenti!
Immagine
Avatar utente
21.12.2012
Coassiale
Messaggi: 71
Iscritto il: 28 mag 2012, 10:11
Località: cogollo -VI-

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#125

Messaggio da 21.12.2012 »

Roberto in linea........ e chi meglio di lui conosce i Monolithic??
se passa di qua e ci dice la sua sarebe graditissimo sia per me che per chi si sta "godendo" la discussione :sbav:
Avatar utente
Kristo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1808
Iscritto il: 23 mag 2012, 16:31
Località: Narni (TR)
Contatta:

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#126

Messaggio da Kristo »

pergo ha scritto: Lo stabilizzatore esterno è una via. Non è cosi stupido inserirlo, anzi.

E' da valutare a seconda del proprio impianto.
ma su questo siamo completamente d'accordo tutti penso no? io avevo elettroniche Old e avevo lo stabilizzatore... (il PHV16) ho preso i matrix, e lo stabilizzatore (a fronte appunto del famoso manuale "dual fully regulated...") è finito nel mercatino..

il mio amico con l'A700 della Pioneer, assolutamente l'ha dovuto prevedere, fornendo addirittura la pioneer stessa datasheet separati per voltaggio di alimentazione differente (se non erro c'è la targhetta sotto all'amply) e nel suo caso specifico, sarebbe quasi impossibile farne a meno... stessa cosa sosteneva Golfone con l'A900 nella sua Golf...
Avatar utente
pergo
Midrange
Messaggi: 2290
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:43
Località: un po' di qua, un po' di la..
Contatta:

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#127

Messaggio da pergo »

lo so Giulio, ma dalle risposte che leggo sembra che si voglia farmi passare per colui che denigra la stabilizzazione, quando sono il primo che la usa.
Per questo basterebbe leggere senza polemizzare.

Dire "si" prescindere non va bene, è sempre da valutare visto il costo di questi oggetti. Più semplice di cosi da capire...
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Tutto è facile, per chi non deve farlo.
Ciao Dude! Insegna agli angeli come essere pedanti, logorroici e inconcludenti!
Immagine
Avatar utente
Archso
Woofer
Messaggi: 1022
Iscritto il: 24 mag 2012, 13:14

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#128

Messaggio da Archso »

pergo ha scritto:Se affermi però che R70+ampli già stabilizzato, sia misurabile...sinceramente ti dico: assolutamente no. Ovviamente se hai materiale a sostegno, posta pure. Potrei dirti ampiamente perchè..
cut
Ti premetto che con me toccare il tasto dei marchi è totalmente inutile, chi mi conosce sa bene quanto poco io sia influenzabile dal blasone. Per il resto mi sa che ci capiamo assai male, misurare degli stabilizzatori e come si comportano prevede che questi siano inseriti in diversi contesti che non sono esclusivamente quelli del laboratorio. Acs ad esempio ha testato l'A100 in diverse situazioni ottenendo anche riscontri strumentali e non sono gli unici, inoltre va analizzata la tensione in uscita dallo stabilizzatore sottoposto a diverse situazioni, quindi anche a motore acceso con l'alternatore che va, ecc. In particolare è interessante analizzare la differenza tra il ripple dell'Helix e quello del Bewith (o del Carpower) e poi inserire i due prodotti sulla stessa catena e ascoltare che ci sono differenze in ascolto! E non dico che uno va meglio e l'altro peggio, ma che si avvertono delle differenze!

Poi si entra un poco nel profano, ma uno stabilizzatore permette di mantenere costanti le prestazioni dell'impianto al variare della tensione della batteria, soprattutto in presenza di amplificatori non stabilizzati. Poi io sono uno di quelli che afferma che al variare della tensione ci sono differenze a livello sonoro, non eclatanti, ma ci sono, poi possono derivare da tante cose! Quindi!! XD
Avatar utente
pergo
Midrange
Messaggi: 2290
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:43
Località: un po' di qua, un po' di la..
Contatta:

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#129

Messaggio da pergo »

ma certo che ci sono. E' dall'inizio che dico che le differenze si trovano sempre. Siamo umani, non macchine.
Si trovano persino tra amplificatori uguali per marca e per modello ;)
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Tutto è facile, per chi non deve farlo.
Ciao Dude! Insegna agli angeli come essere pedanti, logorroici e inconcludenti!
Immagine
Avatar utente
daniele.sound
Subwoofer
Messaggi: 290
Iscritto il: 7 giu 2012, 10:34

Re: Stabilizzatore di tensione: si o no?

#130

Messaggio da daniele.sound »

ciao marco....
ti dico la mia (personale) opinione.
sono in procinto anche io di utilizzare uno stabilizzatore della helix o sinfoni.
ho intenzione di mettere un cond. 2 farad in ingresso - stabilizzatore - 1 farad in uscita - fusibiliera.
la motivazione è molto semplice. All'inizio ero scettico all'idea di inserire uno stabilizzatore e condensatori in auto... primo perchè un condensatore da tot. farad non serve assolutamente a nulla, mentre per lo stabilizzatore ho sempre pensato al ph non avendo mai la avuto la certezza che mantenesse la corrente stabilizzata per oltre 10 minuti.
Col tempo, effettuando delle prove ,mi sono accorto che avevo torto di netto.
Mettere uno stabilizzatore di tensione è un ottima cosa se vuoi una corrente stabilizzata a 13,8 costante per 3 ore consecutive.
Sai benissimo che ascoltare un impianto a 12,5 (variabili) contro i 13,8 costanti per un tot. di tempo è un altra cosa, sopratutto dopo aver provato (mmmmmmmmm T_T T_T lo sai) sarebbe la cosa più bella che potresti regalargli ai tuoi gioglielli.
Ti ricordo che il sinbat teneva un amperaggio fisso di 45/50 amper (( :eyefire: :eyefire: )) per i tre mostriciattoli.

spero di esserti stato utile.
ciao daniele
Avatar utente
davide_chinelli
Tweeter
Messaggi: 3652
Iscritto il: 1 giu 2012, 19:27
Località: Stradella (PV)

seconda batteria ed elevatore di tensione

#131

Messaggio da davide_chinelli »

Allora.... come sempre sto andando avanti con il progetto dell'impianto della c3 picasso....


Rimangono ancora parecchie cose da "mettere giù su carta", ma oramai sono a buon punto (sorgente a parte).

Ora è il turno dell'alimentazione....

Mi piacerebbe poter tornare a casa, quindi penso di montare un ctek D250s e di conseguenza una seconda batteria, dedicata al solo impianto, a non più di un metro dagli ampli (esagerando).
Cosa consigliate?

Dovrà pilotare il solito classe D (focal fp1.800, 400W a 4 ohm) che fornisce ciccia al sub, un dual direct (2x250W) incaricato di pilotare i mediobassi, un'altro uguale per i soli medi, ed un fp 2.150 (2x150W) per i tweeter.... Una batteria ad acido, ovviamente ben fissata può andare, o meglio andare su prodotti AGM?
Perchè in casa ho una bosch da 80Ah ferma li a far niente, proviene dalla clio che ho dato in concessionaria XD .


Elevatore di tensione....
Oltre al phonocar (che gestisce fino a 200A), cosa c'è in giro, in grado di sopportare tali correnti?
Ho visto di sfuggita anche l'Helix XXL, ma a prima vista (guardando solo i dati di targa, dato che di elettronica ne capisco ben poco) sembrano quasi uguali. Solo che costa mediamente 200€ in più.
Che differenze hanno? Quali altri modelli posso tenere in considerazione?


Possiedo già un cap da 2F della tec precision, probabilmente lo metterò a monte o a valle. Forse riesco anche a recuperare un alumapro da 15F, oppure mi tocca ripiegare su qualcosa da 1F o giù di li....

A voi, per la batteria e il regolatore di tensione.
C3 picasso: originale ancora per un po :P
Avatar utente
Archso
Woofer
Messaggi: 1022
Iscritto il: 24 mag 2012, 13:14

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#132

Messaggio da Archso »

La Helix esce con una tensione meno "sporca", se mi passi il termine assolutamente poco tecnico, ma facilmente comprensibile!
Avatar utente
davide_chinelli
Tweeter
Messaggi: 3652
Iscritto il: 1 giu 2012, 19:27
Località: Stradella (PV)

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#133

Messaggio da davide_chinelli »

L'unica differenza?
Montando un cap in uscita, sul phonocar riuscirei a "pulirla", secondo te?


Mentre per la batteria, cosa consigli? Monto quella che ho, ad acido o meglio una sigillata, dato che starà in abitacolo?
C3 picasso: originale ancora per un po :P
Avatar utente
johnnydisc
Subwoofer
Messaggi: 517
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:49
Località: padova
Contatta:

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#134

Messaggio da johnnydisc »

ma non ti è bastata l'altra discussione in merito????? :)
Avatar utente
davide_chinelli
Tweeter
Messaggi: 3652
Iscritto il: 1 giu 2012, 19:27
Località: Stradella (PV)

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#135

Messaggio da davide_chinelli »

Si, johnny, era un momento per capire le differenze reali (dato che sulla carta sono identici, estetica a parte).
Più che altro per vedere in caso di un eventuale acquisto, se gli oltre 100€ di differenza tra l'uno e l'altro sono giustificati.

Principalmente chiedo lumi per la seconda batt, senza spendere cifre astronomiche ^^
C3 picasso: originale ancora per un po :P
Avatar utente
johnnydisc
Subwoofer
Messaggi: 517
Iscritto il: 23 mag 2012, 19:49
Località: padova
Contatta:

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#136

Messaggio da johnnydisc »

davide_chinelli ha scritto:Si, johnny, era un momento per capire le differenze reali (dato che sulla carta sono identici, estetica a parte).
Più che altro per vedere in caso di un eventuale acquisto, se gli oltre 100€ di differenza tra l'uno e l'altro sono giustificati.

Principalmente chiedo lumi per la seconda batt, senza spendere cifre astronomiche ^^
mah ti dirò che a suo tempo avevo fatto le tue stesse considerazioni....con molti dubbi diciamo ho acqustato il più "economico" il PHV ti dirò non me ne sono per nulla pentito...anzi...poi ho scoperto che è l'unico che tiene botta fino a 200 A!!!!....
Avatar utente
Squaletto
Woofer
Messaggi: 825
Iscritto il: 23 mag 2012, 22:05
Località: Forte dei Marmi

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#137

Messaggio da Squaletto »

C'è anche il Carpower che è uguale al phv 16 e costa molto meno ;)
Se puo interessare ho visto un tweek fatto da Tognon su un phv16, a sentir dire il risultato è stato notevole :gangs:
Qual'è la donna che costa meno????....................Quella che paghi subito :-())
Avatar utente
davide_chinelli
Tweeter
Messaggi: 3652
Iscritto il: 1 giu 2012, 19:27
Località: Stradella (PV)

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#138

Messaggio da davide_chinelli »

Uhm... carpower...

Modello? non ho trovato nulla @_@ .

Mentre il tweak sul phonocar, cosa riguardava? Sai darmi indicazioni più precise?


In ogni caso, ripeto: è solo un progetto per il momento :D
C3 picasso: originale ancora per un po :P
Avatar utente
Kristo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1808
Iscritto il: 23 mag 2012, 16:31
Località: Narni (TR)
Contatta:

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#139

Messaggio da Kristo »

Davide, ti dispiace se ti accodo all'altra discussione?

si è ampiamente parlato dell'argomento... arrivando anche a discussioni interessanti, anche se magari con toni un pò troppo accesi....
Avatar utente
davide_chinelli
Tweeter
Messaggi: 3652
Iscritto il: 1 giu 2012, 19:27
Località: Stradella (PV)

Re: seconda batteria ed elevatore di tensione

#140

Messaggio da davide_chinelli »

Accoda pure Giulio.

Ho preferito aprirne una nuova per non creare confusione, dato che la mia domanda è leggermente diversa. Ma pur sempre si parla di elevatori e batterie.
C3 picasso: originale ancora per un po :P
Rispondi

Torna a “Accessori di Alimentazione”