ORION 420GT

Rispondi
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

ORION 420GT

#1

Messaggio da wurz154 »

Come richiesto, ho messo queste foto HOT della mia coppia di Orion 420gt.
Allegati
20201230_182224.jpg
20201230_182228.jpg
20201230_183848.jpg
20201230_183918.jpg
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11545
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: ORION 420GT

#2

Messaggio da Alessio Giomi »

Bellissimi!!!
PIONEER SPH DA120 optical out
HELIX DSP.3
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W60
Zapco Studio 150______ Mr
------------------------------------------------- > Xtant xis 2.4 by morel
Zapco Studio 100______ Tw

MY CAR KIA
MY OLD CAR
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7455
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: ORION 420GT

#3

Messaggio da Dude »

Ma... una curiosità: è un effetto ottico o i cavi di alimentazione rosso e nero sono di sezione diversa tra i due esemplari?

Cioé, uguali tra di loro sul singolo ampli, ma una delle due coppie è di diametro maggiore?

Per la precisione, quello a destra nella prima foto mi pare averceli un pelo più grossi...
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#4

Messaggio da wurz154 »

Dude ha scritto: 2 gen 2021, 12:40 Ma... una curiosità: è un effetto ottico o i cavi di alimentazione rosso e nero sono di sezione diversa tra i due esemplari?

Cioé, uguali tra di loro sul singolo ampli, ma una delle due coppie è di diametro maggiore?

Per la precisione, quello a destra nella prima foto mi pare averceli un pelo più grossi...
No sono uguali, forse l'effetto ottico della foto fatta leggermente da un lato..
entrambi avevano un pezzo di cavo aggiunto, che ho rimosso per lasciare (seppur più corti) i fili originali...
ora vedo se lasciarli così fino all'installazione, oppure mettere un fusibile in linea e prepararli già per una installazione. Ovviamente verranno collegati poi ad un distributore di corrente.
Sono cavi da 8gauges, e ho in casa un paio di metri di cavo della Rockford Fosgate sempre da 8ga
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#5

Messaggio da wurz154 »

Siamo a tre..
Ne ho trovato un altro online. Stupendo, già ricappato e perfettamente funzionante.
2 curiosità.
1) Ho visto che tra i canali A e C e B e D è stato fatto un ponte.
2) Ho visto le caratteristiche e riporta sensibilità d'ingresso da 150nV in su, in effetti provandolo ho visto che al minimo non esce alcun suono, questo lo renderebbe idoneo anche alle sorgenti moderne con uscite a 4v
Allegati
20210402_204611.jpg
20210403_113821.jpg
20210403_181251.jpg
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2334
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: ORION 420GT

#6

Messaggio da Etabeta »

wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 già ricappato e perfettamente funzionante.
Ciao,
dalla foto dell'interno (mi riferisco all'ultima del post precedente) però mi paiono i condensatori originali.
wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 1) Ho visto che tra i canali A e C e B e D è stato fatto un ponte.
Dalla foto non si vede bene, comunque mi pare abbiano ponticellato, saldando un filo, le 2 coppie di canali per (presumo...) farli funzionare a ponte, certo è un sistema un pò "alla Frankenstein" per evitare di usare cavi a Y o adattatori, anzi, se non sbaglio (vedasi serigrafia sul coperchio inferiore) all'interno dovrebbero esserci appositi dip-switch (1 e 2) per connettere insieme i canali proprio a questo scopo (il che rende ancor più insensato, per usare una parola gentile, saldare ponticelli).
In ogni caso la verifica la puoi fare tu stesso misurando la continuità tra i poli centrali degli ingressi RCA.
Naturalmente dissalda quei ponticelli onde evitare la possibilità di "stressare" oltremodo i buffer di uscita della sorgente che collegherai (che in ogni caso di certo non potrebbe funzionare nel modo corretto avendo le uscite in corto tra loro) oltre al fatto che diversamente non potresti comunque usare i 4 canali individualmente.
wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 2) Ho visto le caratteristiche e riporta sensibilità d'ingresso da 150mV in su, in effetti provandolo ho visto che al minimo non esce alcun suono, questo lo renderebbe idoneo anche alle sorgenti moderne con uscite a 4v
Non ho lo schema di questo ampli ma direi che (similmente a diversi Precision Power del periodo) la regolazione della sensibilità è gestita tramite attenuazione in ingresso (e non tramite variazione del guadagno nello stadio attivo del preamplificatore), ciò permette di attenuare in teoria fino all'infinito (potenziometro che funge da partitore tra ingresso e successivo stadio) quindi con sensibilità minima su livelli molto elevati.
Lo svantaggio di questo sistema è che si penalizza il rapporto segnale/rumore che rimane legato alla sensibilità massima che si vuole ottenere (piuttosto elevata in questo caso: 150mV, il che implica elevato guadagno, il che penalizza appunto il rapporto segnale/rumore), l'ideale in questi casi è modificare il guadagno del preamplificatore abbassandolo (in relazione alla sensibilità massima desiderata e "sensata" per un impianto odierno, ad esempio 1V) quindi migliorando, nettamente, il rapporto segnale rumore (che è inversamente proporzionale al guadagno), azzerando il "soffio" tipicamente udibile ad esempio quando si tratta di pilotare tweeter o midrange piuttosto sensibili.
I miei thread (link)
NON rispondo a mp relativi a richieste di informazioni o di carattere non "personale" che possono quindi essere trattate sul forum (che è fatto apposta per ciò.. :) )
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#7

Messaggio da wurz154 »

Etabeta ha scritto: 3 apr 2021, 22:29
wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 già ricappato e perfettamente funzionante.
Ciao,
dalla foto dell'interno (mi riferisco all'ultima del post precedente) però mi paiono i condensatori originali.
I primi due amplificatori li hanno tutti neri, mentre questo li ha gialli, quindi ho solo assunto un recap ma mi potrei sbagliare
Etabeta ha scritto: 3 apr 2021, 22:29
wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 1) Ho visto che tra i canali A e C e B e D è stato fatto un ponte.
Dalla foto non si vede bene, comunque mi pare abbiano ponticellato, saldando un filo, le 2 coppie di canali per (presumo...) farli funzionare a ponte, certo è un sistema un pò "alla Frankenstein" per evitare di usare cavi a Y o adattatori, anzi, se non sbaglio (vedasi serigrafia sul coperchio inferiore) all'interno dovrebbero esserci appositi dip-switch (1 e 2) per connettere insieme i canali proprio a questo scopo (il che rende ancor più insensato, per usare una parola gentile, saldare ponticelli).
con gli switch interni si possono ponticellare i canali A con B e C con D e NON A con C e B con D. se guardiamo lo scheda crossover è un 2 vie con A e B passa basso mentre C e D passa alto, quindi per fare un Fronte anteriore utilizzando solo una coppia di RCA ed il crossover interno bisogna usare un adatatore Y, oppure un ponte come hanno fatto.
Etabeta ha scritto: 3 apr 2021, 22:29 In ogni caso la verifica la puoi fare tu stesso misurando la continuità tra i poli centrali degli ingressi RCA.
confermo sono ponticellati
Etabeta ha scritto: 3 apr 2021, 22:29 Naturalmente dissalda quei ponticelli onde evitare la possibilità di "stressare" oltremodo i buffer di uscita della sorgente che collegherai (che in ogni caso di certo non potrebbe funzionare nel modo corretto avendo le uscite in corto tra loro) oltre al fatto che diversamente non potresti comunque usare i 4 canali individualmente.
sicuramente
Etabeta ha scritto: 3 apr 2021, 22:29
wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 2) Ho visto le caratteristiche e riporta sensibilità d'ingresso da 150mV in su, in effetti provandolo ho visto che al minimo non esce alcun suono, questo lo renderebbe idoneo anche alle sorgenti moderne con uscite a 4v
Non ho lo schema di questo ampli ma direi che (similmente a diversi Precision Power del periodo) la regolazione della sensibilità è gestita tramite attenuazione in ingresso (e non tramite variazione del guadagno nello stadio attivo del preamplificatore), ciò permette di attenuare in teoria fino all'infinito (potenziometro che funge da partitore tra ingresso e successivo stadio) quindi con sensibilità minima su livelli molto elevati.
Lo svantaggio di questo sistema è che si penalizza il rapporto segnale/rumore che rimane legato alla sensibilità massima che si vuole ottenere (piuttosto elevata in questo caso: 150mV, il che implica elevato guadagno, il che penalizza appunto il rapporto segnale/rumore), l'ideale in questi casi è modificare il guadagno del preamplificatore abbassandolo (in relazione alla sensibilità massima desiderata e "sensata" per un impianto odierno, ad esempio 1V) quindi migliorando, nettamente, il rapporto segnale rumore (che è inversamente proporzionale al guadagno), azzerando il "soffio" tipicamente udibile ad esempio quando si tratta di pilotare tweeter o midrange piuttosto sensibili.
ottimo. Aggiungo solamente che sulla rova ACS hanno rilevato una sensibilità di ingresso max 412mV, misurata sul canale snistro a 20w 4ohm
cambia qualcosa? in meglio in peggio?
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2334
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: ORION 420GT

#8

Messaggio da Etabeta »

wurz154 ha scritto: 4 apr 2021, 8:21 I primi due amplificatori li hanno tutti neri, mentre questo li ha gialli, quindi ho solo assunto un recap ma mi potrei sbagliare
I condensatori gialli sono a marchio Samwha, montati su molti Orion del periodo, è una serie non più in produzione da tempo (da quel che ho visto sul web) per cui ho dedotto che siano quelli montati in origine.

wurz154 ha scritto: 3 apr 2021, 21:13 Aggiungo solamente che sulla rova ACS hanno rilevato una sensibilità di ingresso max 412mV, misurata sul canale sinistro a 20w 4ohm
cambia qualcosa? in meglio in peggio?
Può darsi che nel tempo abbiano modificato appunto la sezione di preamplificazione (abbassando il guadagno, il che appunto migliora il rapporto segnale/rumore) oppure variando il partitore resistivo in ingresso (il che non porta alcun beneficio dal punto di vista del rapporto segnale rumore), impossibile a dirsi senza analizzare il circuito.
I miei thread (link)
NON rispondo a mp relativi a richieste di informazioni o di carattere non "personale" che possono quindi essere trattate sul forum (che è fatto apposta per ciò.. :) )
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#9

Messaggio da wurz154 »

Etabeta ha scritto: 4 apr 2021, 9:17 Può darsi che nel tempo abbiano modificato appunto la sezione di preamplificazione (abbassando il guadagno, il che appunto migliora il rapporto segnale/rumore) oppure variando il partitore resistivo in ingresso (il che non porta alcun beneficio dal punto di vista del rapporto segnale rumore), impossibile a dirsi senza analizzare il circuito.
andrò in cerca della manuale con tutta la scheda circuito dell'ampli. :yes:
Avatar utente
Fabio555
Midrange
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20 giu 2012, 3:41

Re: ORION 420GT

#10

Messaggio da Fabio555 »

Non ho mai visto Orion con quei condensatori ...
I Samwha pensavo fossero più recenti , ci sono per esempio nel dsp della Mosconi.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2334
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: ORION 420GT

#11

Messaggio da Etabeta »

Fabio555 ha scritto: 4 apr 2021, 14:40 Non ho mai visto Orion con quei condensatori ...
I Samwha pensavo fossero più recenti , ci sono per esempio nel dsp della Mosconi.
Certamente, il produttore Samwha (base in Corea, attivo da molti anni) è correntemente in attività e, specificamente nel campo dei condensatori, si trovano in molti prodotti consumer.
Mi riferivo a quella specifica serie (che non è più in produzione) che è installata in quell'ampli, avendo trovato anche diverse foto sul web (anche di altre serie Orion di quel periodo, qui di seguito la foto di un Orion 250 HCCA originale) che montano quegli stessi condensatori (stessa serie).
Riguardo i dsp Mosconi certamente montano condensatori provenienti da vari produttori, anche Samwha, in particolare però (se ci si riferisce a condensatori anch'essi con rivestimento in colore giallo, molto simili a quei Samwha) sono però di altro marchio (Samyoung, anch'esso coreano), serie NXH, attualmente in produzione.
Diciamo che, in generale, già a partire dagli anni '90 nelle elettroniche consumer (anche di fascia media e alta) iniziano a essere utilizzati condensatori provenienti da produttori asiatici (per contenere i costi naturalmente, rispetto ai produttori giapponesi).
Orion_250_HCCA.jpg
I miei thread (link)
NON rispondo a mp relativi a richieste di informazioni o di carattere non "personale" che possono quindi essere trattate sul forum (che è fatto apposta per ciò.. :) )
Avatar utente
Carlitos
Coassiale
Messaggi: 24
Iscritto il: 3 nov 2021, 9:04

Re: ORION 420GT

#12

Messaggio da Carlitos »

wurz154 ha scritto: 4 apr 2021, 11:37
Etabeta ha scritto: 4 apr 2021, 9:17 Può darsi che nel tempo abbiano modificato appunto la sezione di preamplificazione (abbassando il guadagno, il che appunto migliora il rapporto segnale/rumore) oppure variando il partitore resistivo in ingresso (il che non porta alcun beneficio dal punto di vista del rapporto segnale rumore), impossibile a dirsi senza analizzare il circuito.
andrò in cerca della manuale con tutta la scheda circuito dell'ampli. :yes:
Sei per caso riuscito a recuperare il manuale dell' ORION 420GT ?
Sono anch'io un felice possessore di uno di questi amplificatori e mi farebbe piacere avere anche il manuale completo purtroppo negli ho perso un po' di fogli...
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#13

Messaggio da wurz154 »

Carlitos ha scritto: 24 gen 2022, 12:32 Sei per caso riuscito a recuperare il manuale dell' ORION 420GT ?
Sono anch'io un felice possessore di uno di questi amplificatori e mi farebbe piacere avere anche il manuale completo purtroppo negli ho perso un po' di fogli...
@Carlitos non sono riuscito a trovare lo schema del circuito elettrico, solo delle immagini del manuale che ho scannerizzato in un unico pdf.

interessante vedere come per il set-up 2 inputs/4 outputs, ovvero high pass + low pass quindi il classico 2 vie woofer/tweeter filtrato in attivo con una sola coppia di RCA, non sia previsto alcuno switch per splittare gli ingressi A+C e B+D, quindi lo schema stesso prevede RCA to RCA Y adapter.
Ecco perchè in uno degli amplificatori è stata fatta (non da me) la "modifica" di collegamento tra i 2 canali sopra menzionati.

Ciao
Max
Allegati
Orion 420gt man.pdf
(874.53 KiB) Scaricato 9 volte
Avatar utente
pinc0
Subwoofer
Messaggi: 185
Iscritto il: 30 ago 2015, 11:31

Re: ORION 420GT

#14

Messaggio da pinc0 »

se a qualcuno puo interessare ecco la prova di acs: viewtopic.php?p=270156#p270156
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 9564
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: ORION 420GT

#15

Messaggio da ozama »

Interessante.
Un commento alla configurazione dei dip switch: questo è un classico finale dove un canale è invertito di fase rispetto all’altro. E ovviamente la fase viene ripristinata in uscita, invertendo il + con il - nell’uso in stereo. Li, si vede dallo schema a blocchi. Gli switch (1 e 2) per la configurazione a ponte servono evidentemente solo per poter utilizzare un singolo RCA in ingresso per ogni coppia di canali ed evitare l’uso di cavi ad “Y”.
Gli altri, meno intuitivi: servono al bypass del crossover.
Quelli sulle uscite (11 e 12), meno intuitivi, direi per adoperare i 4 canali in mono, usando una solo RCA, probabilmente per utilizzare l’ampli su un sub a doppia bobina. Ma è mattina presto.. Potrei sbagliarmi facilmente. Chiedo l’aiuto di @Etabeta XD
Ciao! :)
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf A.D. W60 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub Sonus by Nostromo & rs250v, in cassa chiusa.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2334
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: ORION 420GT

#16

Messaggio da Etabeta »

ozama ha scritto: 25 nov 2022, 7:22 Quelli sulle uscite (11 e 12), meno intuitivi, direi per adoperare i 4 canali in mono, usando una solo RCA, probabilmente per utilizzare l’ampli su un sub a doppia bobina.
Ciao, è proprio così,
tramite i dip-switch 11 e 12 è possibile commutare, verso i finali, i canali di ingresso attraverso crox o in bypass, sfruttando la modalità di carico a ponte (i canali B e D sono in vertiti in fase nel preamp) o dual mono.
Chiudendo lo switch 2,4,8,11 e 12 (tutti gli altri aperti) è possibile entrando in un solo canale (A o B) pilotare, a ponte, un sub a doppia bobina o due sub sfruttando il crox interno oppure, utilizzando un dsp o crox esterno, chiudendo gli switch 3 e 7 invece di 4 e 8 ovvero bypassando i crox interni all'ampli.
I miei thread (link)
NON rispondo a mp relativi a richieste di informazioni o di carattere non "personale" che possono quindi essere trattate sul forum (che è fatto apposta per ciò.. :) )
Avatar utente
wurz154
Coassiale
Messaggi: 116
Iscritto il: 15 nov 2020, 9:13

Re: ORION 420GT

#17

Messaggio da wurz154 »

molto interessante di questo amplificatore è il crossover variabile da 50hz a 5000hz, Audison per esempio ha uno switch x10 per permettere di coprire tutta la gamma
Rispondi

Torna a “ORION”