LEM HD90 - Riparazione, recap e...

Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#1

Messaggio da Dude »

Allora, è risaputo il mio apprezzamento, soprattutto affettivo, per il marchio in oggetto, pioniere dell'amplificazione hi-fi car italiana.

Ultimamente mi sono procurato, a un prezzo realmente ridicolo (15€ in totale), 3 esemplari del modello sempre in oggetto, venduti per non funzionanti e con alcune parti di chassis mancanti.
15889368854786804521587493497835.jpg
Qui i tre "ragazzi" uno sopra l'altro, per mostrare i due pannelli di connessione, e quello già tirato giù dallo chassis, con l'inspiegabile connettore RCA rimosso.
Qui i tre "ragazzi" uno sopra l'altro, per mostrare i due pannelli di connessione, e quello già tirato giù dallo chassis, con l'inspiegabile connettore RCA rimosso.
L'HD90, da 2x45W rms, non ponticellabile, era il più piccolo della serie survoltata nella seconda metà degli anni '80 e facente parte della linea HD/HR cui appartiene il grosso HR1000 recentemente da me postato altrove.

Uno dice, perché mettersi in casa tre cadaveri, anche se per meno del costo di una pizza?

Proprio perché non sono costati quasi nulla, e posso sbizzarrirmi nel lavoro di ripristino, che ad oggi non avevo mai affrontato; non sono novellino del saldatore, ma un ripristino su un ampli non l'ho mai fatto, quindi cosa potrebbe esserci di meglio di un oggetto che non è raro (io stesso, con questi tre, ne dovrei avere 5 o addirittura 6, non ricordo più...) e se lo demolisci definitivamente, dispiace, ma insomma, non ho buttato nulla.

E poi c'è un'altra ragione: se mi riesce di rimetterli in funzione, voglio provare a metterli insieme per fare un 6 canali monolitico.
Ovviamente dovendo in tal caso inventare come mettere insieme le meccaniche e la connettività di ciascun ampli, ma la cosa mi solletica l'immaginazione.

Altra cosa che mi piacerebbe verificare, su questi ampli, è la ponticellabilità, negata dal costruttore.
Mi pare di capire, anche guardando l'ampli "nudo", che il problema stia sostanzialmente nello stadio di alimentazione forse non esattissimamente esuberante, ma non sono così addentro la materia da saperne dire tanto di più, qui verrebbe molto utile il parere di @Etabeta.
Se fosse possibile rendere ponticellabili anche queste unità, il 6 canali assumerebbe ulteriore attrattiva.

Ma prima di arrivare al tweak "esavalente", bisogna che le creature rinascano, posto che ciò sia possibile.

Uno in realtà si accende, a breve proverò a farlo suonare e vediamo se per lui basta un recap.
Gli altri due non si accendono, e di uno ho già visto che ha un mosfet bruciato.

Posto la foto sia del sopra che del sotto, se qualcuno più pratico vede altro, ovviamente ben venga.
Più tardi posterò anche le foto di uno dei miei, che so essere perfettamente originali in quanto comprati nuovi e mai manutenuti (e sempre "funzionati")
15889375690208698493079094946380.jpg
15889376443334249585323100016150.jpg

Qui si vede il mosfet a destra, guasto
15889379630643329786579389864321.jpg
Qui invece la faccia inferiore dello stampato, con un po' di segni di scaldate qua e là e, in zona centrale, quella giunta che mi sembra tanto un ripristino di pista, ma lo verificheró con uno dei miei vecchi originali.
15889378701583888044137522329101.jpg

Già questi tre mostrano palesi segni di intervento, con condensatori di dversi marchi e voltaggi, oltre all'incomprensibile eliminazione delle prese RCA sui due che non si accendono.
Ultima modifica di Dude il 8 mag 2020, 13:42, modificato 4 volte in totale.
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
lorddegio
Woofer
Messaggi: 903
Iscritto il: 22 nov 2013, 13:39

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#2

Messaggio da lorddegio »

Per me hai fatto bene! Anche io sono pieno ampli old e pian piano, quelli bisognosi, li faccio sistemare da Etabeta.
Questo mese ha messo mano a 2 Rockford (io non sono particolarmente patriottico in fatto di HiFi), prima ancora al 3558 e al PQ20.
Infatti i tuoi LEM li vedrei bene riportati allo stato originale, con le dovute migliorie, o meglio aggiornamenti, alle elettroniche.
Alpine IVA 511r + PXA h701 + WD mini TV media player in ottico
MACROM 54.10 bi-amp com A/D/S PQ20 ricappato
LS 165 con 2 canali ALPINE MRV F505
FOCAL 27vx con 2 canali a ponte ALPINE MRV F505

....ma tanto cambia tra poco....
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#3

Messaggio da Dude »

lorddegio ha scritto: 8 mag 2020, 13:34 Per me hai fatto bene! Anche io sono pieno ampli old e pian piano, quelli bisognosi, li faccio sistemare da Etabeta.
Certo.
Io preferibilmente i lavori se posso me li faccio da me, ma se Etabeta vuole assistermi e consigliarmi, sono tutt'orecchi, ovviamente.

lorddegio ha scritto: 8 mag 2020, 13:34 Infatti i tuoi LEM li vedrei bene riportati allo stato originale, con le dovute migliorie, o meglio aggiornamenti, alle elettroniche.
E ma infatti ne ho un plotone, gli altri 2 o 3 HD90 originali, da ricappare, due HD130 di cui almeno uno non credo funzioni, un XR03 e un XR05 funzionanti ma da rimettere in ordine nel reparto molex e, ovviamente, ricappare, e infine il "mitico" HR1000 appena arrivato, anche lui da ricappare per bene.
Questi tre... sono in più, mi piacerebbe proprio farci qualcosa di nuovo, magari anche con la modifica alla sensibilità di ingresso.

Ma prima, come dicevo, bisogna che funzionino... XD
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2247
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#4

Messaggio da Etabeta »

Dude ha scritto: 8 mag 2020, 12:55 Altra cosa che mi piacerebbe verificare, su questi ampli, è la ponticellabilità, negata dal costruttore.
Mi pare di capire, anche guardando l'ampli "nudo", che il problema stia sostanzialmente nello stadio di alimentazione forse non esattissimamente esuberante, ma non sono così addentro la materia da saperne dire tanto di più, qui verrebbe molto utile il parere di @Etabeta.
Se fosse possibile rendere ponticellabili anche queste unità, il 6 canali assumerebbe ulteriore attrattiva.
Ciao!
Riguardo la possibilità di utilizzo in configurazione a ponte (in generale) tutto dipende se nella sezione di preamplificazione è presente (come nel caso degli ampli predisposti) oppure no (come presumo in questi LEM) uno stadio (tipicamente un opamp in configurazione invertente) che appunto (quanto si setta l'ampli in modo/ponte) provvede ad inviare, su uno dei due finali e quindi poi in uscita, il segnate invertito in fase,
in modo da avere un uscita su un finale ad esempio il canale Left e sull'altro finale lo stesso canale Left ma appunto invertito di fase (e quindi poter collegare il diffusore monofonico in uscita "a ponte" tra i morsetti dei due poli "caldi" dei finali).
Una soluzione, per poter ottenere la configurazione a ponte su un ampli non predisposto, può essere quella di "innestare" al suo interno una scheda/circuito invertente da applicare su uno dei canali (previo studio dello schema se è reperibile oppure da ricavare "a mano").
Il prerequisito indispensabile è che tale ampli sia in grado di operare su carico di 2Ω (in quanto ogni finale, quando configurato a ponte, vede impedenza dimezzata rispetto al carico applicato).
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#5

Messaggio da Dude »

Etabeta ha scritto: 8 mag 2020, 13:52 Riguardo la possibilità di utilizzo in configurazione a ponte (in generale) tutto dipende se nella sezione di preamplificazione è presente (come nel caso degli ampli predisposti) oppure no (come presumo in questi LEM) uno stadio (tipicamente un opamp in configurazione invertente) che appunto (quanto si setta l'ampli in modo/ponte) provvede ad inviare, su uno dei due finali e quindi poi in uscita, il segnate invertito in fase
Allora, della serie HD, il 90 era dichiarato non ponticellabile, il 130 invece sì.

Schemi purtroppo non ne esistono da nessuna parte, a suo tempo avevo anche il contatto linkedin di un ex tecnico Lem, ma su tale piattaforma non è contattabile se non come utente a pagamento (e non ho nessuna intenzione di pagare Linkedin...); l'ho anche rintracciato su facebook, e gli ho scritto, ma non mi ha [email protected] nemmeno di striscio...
:arr:

Quindi bisogna cercare di capire dalla scheda.

Più tardi posto a confronto gli interni di HD90 e HD130, per vedere se si intuisce qualcosa.

Ma ho la sensazione che, come anticipavo, il problema possa essere nella sezione di alimentazione, che forse sul 90 non è sufficientemente dimensionata per i carichi bassi... condizione anch'essa indispensabile, come giustamente hai rimarcato.
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#6

Messaggio da Dude »

Eccolo qui, TL074CN, sull'HD130.
IMG_20200508_141827.jpg
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#7

Messaggio da Dude »

Anche l'HD90 ha un opamp invertente, ma con solo due uscite anziché quattro come quello sull'HD130.
HD90 opamp.jpg
Ingrandendo la foto si legge, TL702CN.
Mi scuso se la domanda sembrerà banale, ma non sono praticissimo di cirtuiti integrati.
Il fatto che abbia solo due uscite significa che lavora su un solo canale?
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#8

Messaggio da Dude »

Qui i due datasheet a confronto:
TL074CN vs TL072CN.jpg
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2247
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#9

Messaggio da Etabeta »

Dude ha scritto: 8 mag 2020, 15:00 Anche l'HD90 ha un opamp invertente, ma con solo due uscite anziché quattro come quello sull'HD130.

HD90 opamp.jpg

Ingrandendo la foto si legge, TL702CN.
Mi scuso se la domanda sembrerà banale, ma non sono praticissimo di circuiti integrati.
Il fatto che abbia solo due uscite significa che lavora su un solo canale?
Bisognerebbe tirare giù il pcb e, con tempo e pazienza, se appunto non sono reperibili schemi, ricostruire, seguendo il percorso delle piste, trasporre manualmente su carta lo schema.

In generale, tutti i circuiti integrati di amplificatori operazionali hanno sempre la stessa piedinatura (tranne rare eccezioni), quelli a 8 pin racchiudono sempre 2 operazionali, quelli a 14 pin 4.
Laddove è presente un unico operazionale a 8 pin (quindi due soli operazionali) è presumibile [*] che nessuno dei due sia utilizzati in configurazione invertente ma, più semplicemente, siano in configurazione non invertente (uno per ogni canale) con guadagno fisso (se il potenziometro del gain agisce a valle o a monte dell'operazionale come partitore resistivo) o guadagno variabile (nel caso in cui il potenziometro agisce direttamente sul feedback dell'operazionale e quindi vari il guadagno).
In ogni caso su ampli con unico operazionale 8 pin (quindi doppio) sprovvisti di selettore stereo/mono è da escludere che sia utilizzata una configurazione invertente su uno dei canali, non avrebbe motivo di esserci.

Laddove è presente invece (in un ampli a 2 canali) un operazionale quadruplo è presumibile (al di là del fatto che se è così dovrebbe essere presente un selettore stereo/mono o bridge..) che tale ampli sia predisposto al funzionamento mono/ponte ovvero con 2 opamp non invertenti (come sopra) e un terzo utilizzato in configurazione invertente (normalmente a guadagno=1 ovvero che non agisce sul livello ma inverte solo la fase) che, tramite lo switch stereo/mono o bridge o ponte come dir si voglia, si interpone tra l'uscita di uno dei due opamp (tipicamente il canale Left ma non è una regola) non invertenti e il successivo stadio che pilota i finali.

[*] dico presumibile in quanto ci sono sempre le eccezioni, ad esempio (unico caso che finora ho incontrato) nei Linear Power 952 (che ho "analizzato" tracciando manualmente lo schema del preamp. per provvedere a modifica del guadagno) è presente un unico chip 8 pin opamp doppio che, tramite uno switch a doppio scambio realizza, per uno dei due opamp, alternativamente o configurazione non invertente oppure quella invertente. Normalmente però si preferisce utilizzare un opamp separato aggiuntivo.
A titolo di esempio allego lo schema della sezione preamp del Linear Power 952 (che avevo realizzato e postato in un thread specifico: viewtopic.php?p=229339#p229339 dove ho anche scritto più in esteso questa cosa)
Linear Power 952 Kicad.pdf
(30.89 KiB) Scaricato 47 volte


Come ulteriore esempio possiamo vedere gli storici Precision Power PPI2030 e PPI2030AM quasi uguali tra loro al netto del fatto che il PPI2030 non è predisposto al funzionamento a ponte (e nella sezione preamp ha un unico chip opamp doppio, configurazione non invertente per entrambi i canali) mentre il più "sofisticato" PPI2030AM ne ha due (ma avrebbero potuto utilizzare un chip opamp quadruplo a 14pin, è indifferente, forse la scelta è dipesa dal fatto che utilizzavano gli NE5532 all'epoca disponibili sono doppi) e infatti è predisposto per la configurazione a ponte (pur non avendo un selettore, ovvero uno dei due canali è invertito sempre di fase, fase che viene ripristinata, nell'uso in stereo, dal fatto che le uscite dei finali sono invertite a loro volta nelle indicazioni di collegamento, e quindi nel caso di utilizzo a ponte occorre inserire il carico a cavallo dei due poli caldi delle uscite).
PPI2030
PPI2030
PPI2030AM
PPI2030AM
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#10

Messaggio da Dude »

Etabeta ha scritto: 8 mag 2020, 15:40 Bisognerebbe tirare giù il pcb e, con tempo e pazienza, se appunto non sono reperibili schemi, ricostruire, seguendo il percorso delle piste, trasporre manualmente su carta lo schema.
Urca, lavoraccio.
Etabeta ha scritto: 8 mag 2020, 15:40 In generale, tutti i circuiti integrati di amplificatori operazionali hanno sempre la stessa piedinatura (tranne rare eccezioni), quelli a 8 pin racchiudono sempre 2 operazionali, quelli a 14 pin 4.
Laddove è presente un unico operazionale a 8 pin (quindi due soli operazionali) è presumibile [*] che nessuno dei due sia utilizzati in configurazione invertente ma, più semplicemente, siano in configurazione non invertente (uno per ogni canale) con guadagno fisso (se il potenziometro del gain agisce a valle o a monte dell'operazionale come partitore resistivo) o guadagno variabile (nel caso in cui il potenziometro agisce direttamente sul feedback dell'operazionale e quindi vari il guadagno).
In ogni caso su ampli con unico operazionale 8 pin (quindi doppio) sprovvisti di selettore stereo/mono è da escludere che sia utilizzata una configurazione invertente su uno dei canali, non avrebbe motivo di esserci.

Laddove è presente invece (in un ampli a 2 canali) un operazionale quadruplo è presumibile (al di là del fatto che se è così dovrebbe essere presente un selettore stereo/mono o bridge..) che tale ampli sia predisposto al funzionamento mono/ponte ovvero con 2 opamp non invertenti (come sopra) e un terzo utilizzato in configurazione invertente (normalmente a guadagno=1 ovvero che non agisce sul livello ma inverte solo la fase) che, tramite lo switch stereo/mono o bridge o ponte come dir si voglia, si interpone tra l'uscita di uno dei due opamp (tipicamente il canale Left ma non è una regola) non invertenti e il successivo stadio che pilota i finali.
Ok, tutto chiaro.
L'HD90 non ha selettore e ha operazionale a 8 pin, quindi ok, "no invertente".
Neppure l'HD130 ha il selettore, ma ha l'operazionale a 14 pin e sono certo del fatto che possa essere messo a ponte, sia perché era dichiarato, sia perché io stesso l'ho usato come tale senza problemi.
Probabilmente è configurato come il PPI 2030AM, ci darò un'occhiata.

Resta cmq la domanda sul perché l'HD90 non sia stato dotato della possibilità di messa a ponte... come ipotizzavo, inadeguata sezione di alimentazione?
Perché se fosse, allora non so nemmeno se varrebbe la pena di customizzarlo con l'opamp giusto, se poi non è in grado di sostenere il carico basso.
Oppure si potrebbe energizzare in qualche modo l'alimentazione? che ne so, cambiando i mosfet con modelli più potenti... visto che cmq almeno all'unità con il mosfet scoppiato dovrò cambiare tutta la batteria, per non creare potenziali squilibri...

Bisognerebbe mettere al banco di misura un esemplare funzionante e testarne le capacità di erogazione...
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2247
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#11

Messaggio da Etabeta »

Dude ha scritto: 8 mag 2020, 16:05 Resta cmq la domanda sul perché l'HD90 non è stato dotato della possibilità di messa a ponte... come ipotizzavo, inadeguata sezione di alimentazione?
Perché se fosse, allora non so nemmeno se varrebbe la pena di customizzarlo con l'opamp giusto, se poi non è in grado di sostenere il carico basso.
Oppure si potrebbe energizzare in qualche modo l'alimentazione? che ne so, cambiando i mosfet con modelli più potenti... visto che cmq almeno all'unità con il mosfet scoppiato dovrò cambiare tutta la batteria, per non creare potenziali squilibri...

Bisognerebbe mettere al banco di misura un esemplare funzionante e testarne le capacità di erogazione...
In effetti può essere per motivi "commerciali" cioè l'ampli potrebbe anche gestire adeguatamente il funzionamento a ponte ma ciò è stato volutamente precluso onde on sovrapporsi con altro modello a catalogo, oppure motivi tecnici ovvero appunto la sezione di alimentazione o i finali non sono dimensionati in modo adeguato. Da questo punto di vista solitamente, negli ampli car, il limite è nella sezione alimentazione, non in grado di erogare la potenza (corrente erogata mantenendo il livello di tensione) sufficiente (teoricamente doppia nel caso di funzionamento a ponte).
Come giustamente hai detto occorrerebbe preventivamente testare la capacità di erogazione. Purtroppo potrebbe non essere semplice una modifica per sopperire ad un eventuale deficit di potenza, dipende dall'anello debole, ad esempio potrebbe non essere dato dai transistor per pilotano il trasformatore ma dal trasformatore stesso che satura. Come sempre occorre valutare se il gioco vale la candela.
In ogni caso sono dei begli oggetti e meritano certamente un restauro.
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#12

Messaggio da Dude »

Quanto al valere la spesa l'operazione di eventuale customizzazione su questi ampli, non mi preoccupa più di tanto, lo farei più per esperimento che altro, considerando che cmq di materiale non ci può essere un costo spaventoso, sarebbe più la mano d'opera.
E facendo da me, azzererei anche quella.
Chiaro, sapendo che potrei anche non essere all'altezza e fare casini, ma come dicevo all'inizio del topic, posso permettermelo, 15€ tre cadaveri... considerando che nel caso, ne (ri)ammazzerei solo uno...
E cmq conterei sul supporto dei tecnici del forum... (spero... :) )

E qui torniamo al quesito che avevo posto qualche settimana fa nel topic di max sul suo banco di lavoro, e che è rimasto del tutto diserto...

Ho intenzione di mettere su un piccolo banco di lavoro proprio per questi scopi, e sarei grato se i piùesperti nella materia mi consigliassero la strumentazione minima sindacale da acquisire, considerando l'opportunità di fare più cose possibile tramite pc. Parlo di tipologia e fascia di costo, non necessariamente di marchi e modelli, mi rendo conto possa essere difficile, proprio come per l'hi-fi. Se poi si sa dare indicazioni specifiche, ancora meglio, per carità, ma non è obbligatorio.
Per il resto, ovviamente mi servirà un set di attrezzi e una stazione di saldatura, ma su quest'ultima non so orientarmi, ormai se ne trovano a prezzi ben meno che modesti, e ovviamente immagino che non siano da prendere in considerazione i prezzi troppo "invitanti", ma non ho l'idea di quanto debba costare un prodotto almeno decoroso, ma che cmq risponda a esigenze di utilizzo amatoriali.
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1757
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#13

Messaggio da max1974 »

Riprendiamo questo thread perché oggi mi sono arrivati i bambini di @Dude: un HD90 funzionante acquistato da lui negli anni '80 e mai manomesso, i tre HD90 cadaveri di cui sopra e un HD130 funzionante per prove comparative.
In realtà i cadaveri sono solo due (quelli senza pannellino e prese RCA) mentre il terzo funziona (testato da Andrea prima di spedire).
Per prima cosa ho acceso i due funzionanti e devo dire che nonostante l'età e la scarsa manutenzione suonano piuttosto bene.
Poi li ho aperti.
Questo è quello storico di Andrea.
20220804_200807.jpg
Questo è quello acquistato insieme ai due cadaveri.
20220804_200815.jpg
Si vede subito che sono diversi. Probabilmente revisioni successive. Il primo sembra più anziano poiché sul pcb non c'è nemmeno la serigrafia.
Sul secondo sembra siano stati cambiati i consensatori poiché sono montati in maniera piuttosto disordinata, sollevati dallo stampato e storti. Ce ne sono alcuni comunque che iniziano a gonfiarsi. A parte qualche ragnatela, all'interno non emerge altro. L'operazionale di ingresso è un TL072; sull'altro un TL082.
Altro particolare che ho notato: i connettori Molex sono stati molati.
20220804_221518.jpg
Il motivo è presto spiegato: si sono dovuti fare spazio nella plastica per arrivare ai pin e saldarci dei fili. In questa foto si vedono le bruciature alla plastica e lo stagno delle saldature.
20220804_221613.jpg
Ora andiamo ai due veri cadaveri.
Ultima modifica di max1974 il 5 ago 2022, 11:49, modificato 1 volta in totale.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1757
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#14

Messaggio da max1974 »

I due cadaveri sono stati acquistati da Andrea senza un pannellino e senza le prese RCA. Al loro posto ci sono degli spezzoni di filo.

Primo cadavere
Primo cadavere
Secondo cadavere<br /><br />Secondo cadavere
Secondo cadavere

Secondo cadavere
Ad un primo esame visivo sembra che anche su questi siano stati cambiati i condensatori, se non tutti almeno una parte. Uno dei due monta i due con involucro arancione come quelli che sono sul primo di Andrea, l'altro quelli neri nelle stesse posizioni. I S/N dei due differiscono di 4 unità per cui mi sembra un po' improbabile che siano usciti così di fabbrica.

Entrambi hanno un transistor esploso nello stadio alimentatore. Quando smonto per bene approfondisco.
Transistor esploso 1
Transistor esploso 1
Transistor esploso 2
Transistor esploso 2
Il primo step è far riprendere vita ai due cadaveri.
Fortunatamente la scheda è la stessa di quello funzionante per cui ho la possibilità di fare tutti i confronti del caso.

Ora lascio la parola (anzi la tastiera) a @Dude che, se vuole, può spiegare cosa vorrebbe fare di questi ampli.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1757
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#15

Messaggio da max1974 »

Questa mattina avevo un'oretta libera e ho iniziato a guardare uno dei cadaveri.
Aveva un transistor finale dello stadio switching esploso, così l'ho sostituito rubandolo dall'altro cadavere.
Ho provato ad accendere e hanno fumato i transistor piloti dello switching dalla stessa parte del transistor sostituito.
Transistor piloti bruciati: si vede la &quot;cresta&quot; sul case
Transistor piloti bruciati: si vede la "cresta" sul case
Facendo ulteriori misure ho visto che anche il secondo finale dello switching era in corto, anche se non esploso, quindi è lui che ha causato la rottura dei transistor piloti.
Allora ho sostituito il finale con un altro rubato di nuovo dall'altro cadavere, assicurandomi che ora tutti i finali fossero buoni.
Poi ho cambiato i piloti: c'erano due BC337 e un BC327 in corto. Ho sostituito il BC327 con un altro uguale e i BC337 con dei BC238, visto che i BC337 non li ho a casa. Poi ho di nuovo verificato tutti i transistor dello switching assicurandomi che fossero tutti buoni.
Fatto questo ho acceso di nuovo ma ancora nessun segno di vita. Non scatta nemmeno il relè.
La cosa positiva è che non c'è l'alto assorbimento visto prima con i finali in corto.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#16

Messaggio da Dude »

Grande Max, dopo l'incredibile exploit della Poste, che ti hanno recapitato il paccone in metà del tempo previsto, sei già operativo!!!

Sono contento che i piccoletti ti abbiano favorevolmente colpito all'ascolto!

Interessante l'esito dei primi lavori... se dopo le sostituzioni non c'è più assorbimento anomalo - e quindi presumibilmente assenza di ulteriori corti, cosa potrebbe essere? Magari proprio il relé?
Non mi pare di ricordare piste bruciate.

Quanto alla.destinazione di questi ampli, u a volta che tornino disponibiki e funzionanti, è ancora prematuro parlarne.
;)
Anche perchê dipenderà da quali e quanti torneranno in vita e se e come potranno essere fattibili le eventuali "elaborazioni" di cui abbiamo parlato.

Per ora lasciamo un filo di suspense :)
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1757
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#17

Messaggio da max1974 »

Secondo me, più che il relè, è il circuito del remote (quella schedina piccola montata in verticale al centro).
Me la devo studiare un attimo facendo le comparazioni con quello funzionante ma oggi il mio tempo è finito.
Penso se ne parlerà domani in tarda serata o domenica.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#18

Messaggio da Dude »

Ah, per quanto riguarda le possibili cause dell'esplosione dei transistor di alimentazione, su può ipotizzare, come probabile, un tentativo di ponticellarli?

E se sì, potrebbe essere già una risposta- negativa - sulle potenzialità del modello HD90 di essere reso ponticellabile?
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1757
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#19

Messaggio da max1974 »

Chissà, chi può dirlo?
Non è comunque da escludere.

Secondo me con questi due hanno provato un'installazione strana. Guarda caso a tutti e due hanno tolto gli RCA e il relativo pannello. Io penso che fossero installati in linea, con i lati RCA affacciati, i case a contatto e i cavi di segnale che entravano da sotto.
Magari configurati a ponte: uno per il canale destro e uno per il sinistro a costituire un unico finalone stereo.
La mano che ha tolto gli RCA è sicuramente la stessa e visto che i S/N sono così vicini, sono stati sicuramente acquistati insieme.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7255
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LEM HD90 - Riparazione, recap e...

#20

Messaggio da Dude »

max1974 ha scritto: 6 ago 2022, 20:38 Chissà, chi può dirlo?
Non è comunque da escludere.

Secondo me con questi due hanno provato un'installazione strana. Guarda caso a tutti e due hanno tolto gli RCA e il relativo pannello. Io penso che fossero installati in linea, con i lati RCA affacciati, i case a contatto e i cavi di segnale che entravano da sotto.
Magari configurati a ponte: uno per il canale destro e uno per il sinistro a costituire un unico finalone stereo.
Eh, che è una delle possibili applicazioni a cui avevo pensato, come detto a inizio topic, ma PREVIA modifica - o cmq verifica di fattibilità - della ponticellabilità.
max1974 ha scritto: 6 ago 2022, 20:38 La mano che ha tolto gli RCA è sicuramente la stessa e visto che i S/N sono così vicini, sono stati sicuramente acquistati insieme.
Sì, mi sembra un'ottima osservazione.
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Rispondi

Torna a “Amplificatori”