Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

Sinto CD, monitor, caricatori, lettori: parliamone insieme
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#1

Messaggio da Maicol85 »

Ciao a tutti,
Sto per acquistare un fìio M9 proprio per deviare al problema sorgente smeg, cosi da semiescluderla al mio impianto e utilizzarla solo per chiamate.
Ho deciso di prendere proprio lui per il semplice motivo che ha uscita coax e in questo modo posso collegarmi senza problemi al mio bit one.
E fin qui tutto ok, ma ho due consigli da chiedervi:
Il processore è
in bauliera e il lettore verra alloggiato a cruscotto, il che richiederà almeno 3mt circa di cavo per arrivarci... leggendo in giro molti consigliano di non superare il metro di lunghezza per non avere dispersioni.
Ma chiedo a voi, Quanto va effettivamente ad incidere sulla qualità di riproduzione?
L'altra soluzione potrebbe essere acquistare un convertitore da coax a ottico ma vale la pena?
E in fine esistono cavi coassiali con costi contenuti ma validi e allo stesso tempo che abbiano un minijack da ,35mm e all'altro estremo rca?
Avatar utente
Exevia
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 1 feb 2019, 9:53
Località: Velletri (rm)

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#2

Messaggio da Exevia »

Un cavo del genere puoi tranquillamente autocostruirlo se hai un po' di dimestichezza con saldatore.
Comunque ora non vorrei dire stupidaggini ma posseggo il dap in oggetto, lo uso prevalentemente per ascolto in cuffia a casa, visto che con la mia Pioneer posso gestire hard disk da USB e leggere file wav, ma mi sembra che il fiio sia già dotato di uscita ottica senza aver bisogno di convertitori da digitale coassiale a digitale ottico

Inviato dal mio Mi 9 SE utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#3

Messaggio da Etabeta »

Leggendo il manuale e le informazioni sul sito è riportato che il Fiio M9 è dotato di uscita spdif coax, tramite lo stesso connettori di uscita linea 3,5mm (configurando nel menu l'uscita come uscita audio digitale appunto).
Nella confezione è incluso apposito adattatore con connettori di uscita RCA
fiio M9 spdif.jpg
fiio M9 spdif.jpg (8.31 KiB) Visto 700 volte
Riguardo la lunghezza massima del cavo, se il prodotto è stato realizzando secondo specifiche (e lo stesso ciò che verrà connesso dall'altro capo) la lunghezza massima prevista per una connessione spdif coax è 10mt (quindi direi che darsi come limitazione 1mt, seppur in ambito auto, è esagerato).
E' naturalmente raccomando l'uso di cavo coassiale 75ohm (quindi non comune cavo coassiale per uso audio analogico).
Senza andare a spendere cifre per cavi "blasonati" va benissimo un cavo standard RG59 (che appunto ha impedenza 75ohm e bassa capacità parassita, standardizzato per trasportare segnale a frequenza anche molto più alta del segnale spdif) optando magari per il tipo più flessibile (generalmente indicato come "RG59 flex").
Ti consiglio comunque ti realizzare un cavo RCA-RCA ed utilizzare l'adattatore fornito.
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#4

Messaggio da Maicol85 »

Etabeta ha scritto:
16 nov 2019, 8:51
Leggendo il manuale e le informazioni sul sito è riportato che il Fiio M9 è dotato di uscita spdif coax, tramite lo stesso connettori di uscita linea 3,5mm (configurando nel menu l'uscita come uscita audio digitale appunto).
Nella confezione è incluso apposito adattatore con connettori di uscita RCA
fiio M9 spdif.jpg

Riguardo la lunghezza massima del cavo, se il prodotto è stato realizzando secondo specifiche (e lo stesso ciò che verrà connesso dall'altro capo) la lunghezza massima prevista per una connessione spdif coax è 10mt (quindi direi che darsi come limitazione 1mt, seppur in ambito auto, è esagerato).
E' naturalmente raccomando l'uso di cavo coassiale 75ohm (quindi non comune cavo coassiale per uso audio analogico).
Senza andare a spendere cifre per cavi "blasonati" va benissimo un cavo standard RG59 (che appunto ha impedenza 75ohm e bassa capacità parassita, standardizzato per trasportare segnale a frequenza anche molto più alta del segnale spdif) optando magari per il tipo più flessibile (generalmente indicato come "RG59 flex").
Ti consiglio comunque ti realizzare un cavo RCA-RCA ed utilizzare l'adattatore fornito.
Esattamente!
Il fiio M9 da già di serie un adattatore minijack/rca ma dici che creando un cavo gia con capo minijack non vado ad eliminare delle piccole dispersioni?
Perché a veder così quel adattatore non mi sembra fatto molto con materiali di qualità.
Consiglio su connettori da acquistare che siano buoni e a un costo contenuto?
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#5

Messaggio da Etabeta »

Maicol85 ha scritto:
16 nov 2019, 11:45
Esattamente!
Il fiio M9 da già di serie un adattatore minijack/rca ma dici che creando un cavo gia con capo minijack non vado ad eliminare delle piccole dispersioni?
Perché a veder così quel adattatore non mi sembra fatto molto con materiali di qualità.
Consiglio su connettori da acquistare che siano buoni e a un costo contenuto?
Personalmente non mi porrei affatto la questione, ovvero l'attenuazione, trascurabile e di certo ininfluente su livello della connessione (che è numerica), escludo possa avere una qualsiasi influenza pratica (l'unica cosa importante è che in tutta la connessione sia rispettata l'impedenza 75ohm e che ci sia una efficace schermatura).
In ogni caso (qualora volessi realizzare un cavo rca/jack 3.5mm) allora dovresti optare per un cavo coassiale di diametro più piccolo (l'RG59 standard è circa 5mm) per cui... con maggiore perdita e capacità parassita per cui....
Infine penso sia più pratico, per poter agevolmente staccare attaccare il Fiio, poter staccare/attaccare l'RCA sul cavo adattatore e non il jack sulla presa del Fiio che alla lunga certamente può perdere affidabilità (cosa che se capita all'adattatore, lato rca, puoi sempre cambiare più agevolmente).
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#6

Messaggio da Maicol85 »

Etabeta ha scritto:
16 nov 2019, 12:36
Maicol85 ha scritto:
16 nov 2019, 11:45
Esattamente!
Il fiio M9 da già di serie un adattatore minijack/rca ma dici che creando un cavo gia con capo minijack non vado ad eliminare delle piccole dispersioni?
Perché a veder così quel adattatore non mi sembra fatto molto con materiali di qualità.
Consiglio su connettori da acquistare che siano buoni e a un costo contenuto?
Personalmente non mi porrei affatto la questione, ovvero l'attenuazione, trascurabile e di certo ininfluente su livello della connessione (che è numerica), escludo possa avere una qualsiasi influenza pratica (l'unica cosa importante è che in tutta la connessione sia rispettata l'impedenza 75ohm e che ci sia una efficace schermatura).
In ogni caso (qualora volessi realizzare un cavo rca/jack 3.5mm) allora dovresti optare per un cavo coassiale di diametro più piccolo (l'RG59 standard è circa 5mm) per cui... con maggiore perdita e capacità parassita per cui....
Infine penso sia più pratico, per poter agevolmente staccare attaccare il Fiio, poter staccare/attaccare l'RCA sul cavo adattatore e non il jack sulla presa del Fiio che alla lunga certamente può perdere affidabilità (cosa che se capita all'adattatore, lato rca, puoi sempre cambiare più agevolmente).
https://www.audioteka.it/mogami-w2964-75ohm.html
Questo è il cavo che sarei intenzionato ad acquistare
Per quanto riguarda connettori rca ai consigli su marche o prodotto validi?
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#7

Messaggio da Etabeta »

Maicol85 ha scritto:
16 nov 2019, 13:07
https://www.audioteka.it/mogami-w2964-75ohm.html
Questo è il cavo che sarei intenzionato ad acquistare
Per quanto riguarda connettori rca ai consigli su marche o prodotto validi?
Il cavo Mogami 75ohm va benissimo,
riguardo i connettori RCA, sempre dallo stesso rivenditore se già acquisti lì il cavo, vanno benissimo i Neutrik Rean NYS373-0, costano poco, sono robusti e hanno un sistema di serraggio del cavo che si adatta da 3,5 a 6mm (quindi va bene per il cavo Mogami che è 4,8mm).
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#8

Messaggio da Maicol85 »

Etabeta ha scritto:
16 nov 2019, 13:55
Maicol85 ha scritto:
16 nov 2019, 13:07
https://www.audioteka.it/mogami-w2964-75ohm.html
Questo è il cavo che sarei intenzionato ad acquistare
Per quanto riguarda connettori rca ai consigli su marche o prodotto validi?
Il cavo Mogami 75ohm va benissimo,
riguardo i connettori RCA, sempre dallo stesso rivenditore se già acquisti lì il cavo, vanno benissimo i Neutrik Rean NYS373-0, costano poco, sono robusti e hanno un sistema di serraggio del cavo che si adatta da 3,5 a 6mm (quindi va bene per il cavo Mogami che è 4,8mm).
Grazie infinite!
Guaina cavo Mogami e connettori Neutrik acquistati adesso non resta che attendere
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#9

Messaggio da Maicol85 »

Dunque ci siamo lettore collegato taratura fatta e diciamo che tutto suona ad hoc... resta solo da affinare.
Ma non ho scritto per questo, mi è sorto un dubbio, ho scelto fiio anche perché avevo sentito dire che si potesse collegare il telefono, lo so qualitativamente perderei molto ma uso youtube per fare molte ricerche audio ed ero convinto che potessi farle riprodurre a fiio in questo modo
Telefono Samsung---> bluetooth o wifi----> fiio M9----->coax--->processore
Ho provato in svariate prove anche a dispositivi connessi bluetooth ma quando faccio partire l'audio mi esce dal telefono e non passa dal lettore
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#10

Messaggio da Maicol85 »

Rieccomi con un paio di problemi venuti fuori.... passando da master a Digital elettronic mi arriva un fatidico bump sul medio lo stesso viene quando provo a passare da memoria del lettore e dopo gli mando musica dal telefono con bluethoot per lo più a volume a 0 si avverte un fruscio che sinceramente mi è alquanto fastidioso spero che abbiate soluzioni e che ce ne siano
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 5229
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#11

Messaggio da ozama »

Non ho capito molto.. ^^
Non solo perchè mancano i punti e le virgole. Ma non si capisce a cosa mandi la musica. Dal telefono al Fiio o dal telefono alla sorgente originale della vettura? Hai quindi risolto il problema del post precedente? :hmm:
Dovresti essere più preciso nella descrizione del problema, partendo dall'inizio. Non sono in auto con te e non ho mai avuto un Fiio. Quindi non posso "intuire" quello che non hai scritto. ^^
Comunque, ci provo.
Il bump si verifica quando commuta il DSP tra master (radio originale) e digital (Fiio)? O quando riproduci un file residente sul Fiio e passi al Bluetooth (sempre tra telefono e Fiio)?
Perchè ci sono due diversi aspetti da considerare:
- Se il bump si verifica al passaggio analogico/digitale del Bit One, c'è un problema di software al DSP o di impostazioni delle temporizzazioni (se avviene durante il passaggio automatico, se attivato).
- Se il bump si verifica al passaggio tra riproduzione di un file residente nel Fiio e la riproduzione dell'audio del telefono (se collegato al Fiio), è un problema di software del Fiio, che puó essere legato all'aggancio delle diverse frequenze di campionamento dei brani.
Per quanto riguarda il fruscio, non saprei.. Se è un semplice soffio, è probabilmente questione di progettazione delle elettroniche, e più facilmente del telefono. Se è un ticchettio, e si modifica spostando i dispositivi, potrebbe essere qualche interferenza a radio frequenza.
Ciao! :)
Sorgenti: Fiat Uconnect DAB in analogico e iPhone XS Max connesso in USB->SPDIF al DSP.
DSP amp. Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Dayton Audio PS95-8 + amp. Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#12

Messaggio da Maicol85 »

Ti chiedo scusa per le mie non puntegguature.
Utilizzando in questi due mesi il lettore fiio ho notato delle stranezze.
Quando il bit one utilizza l'ingresso digital elettronic ma non viene riprodotto alcun tipo di brano dal lettore fiio ed è in stand-by premendo il clacson della macchina una frazione di secondo dopo il medio fa un tick, come se prendesse dei disturbi.
Per quanto riguarda il bump che avevo scritto in precedenza avviene al momento che premo play dal lettore fiio.
Non credo che ci siano disturbi nel cavo coassiale poiché passa nel tunnel centrale assieme al cavo di collegamento del drc e li non passa altro, oltretutto se fosse dovuto al cavo perché dovrebbe dare quel tick se non vi passa segnale dato che il lettore è in stand-by?
Stavo valutando l'idea che il problema possa essere dato dai collegamenti in alto livello e per ciò farò delle prove.

Per quanto riguarda abbinare fiio e telefono ci sono riuscito, ma la qualità di riproduzione audio dopo aver provato tracce flac direttamente da fiio in scheda micro sd non è paragonabile... c'è un abisso.
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#13

Messaggio da Etabeta »

Maicol85 ha scritto:
15 feb 2020, 2:50
Per quanto riguarda il bump che avevo scritto in precedenza avviene al momento che premo play dal lettore fiio.
Domanda: il dsp è un bit One o bit One.1? (nel dubbio, verifica sull'etichetta posta sul coperchio inferiore).
bit one.1 label.png
bit one.1 label.png (161.72 KiB) Visto 393 volte
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 5229
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#14

Messaggio da ozama »

Sicuramente @Etabeta sa qualcosa, se ti ha fatto questa domanda. ^^
Peró, intanto che cerchi per rispondergli, faccio delle ipotesi. :)
Quando è selezionato l'ingresso digitale e premi "Play", parte lo stream ed il DSP deve agganciare la frequenza di campionamento. Potrebbe essere che non funzioni correttamente il "muting software" che i sistemi digitali implementano per ovviare a questi suoni "spuri", durante questa fase. :hmm:
Se non esistono aggiornamenti di sistema che risolvono il problema o se non è "considerato un problema", ti consiglio di impostare l'uscita digitale del Fiio per la frequenza di lavoro del Bit One (48 KHz 24 bit, se come il mio Audison AP4.9bit, per esempio), in modo che converta LUI tutti i files a questa frequenza, sull'uscita digitale. Tanto, inutile farlo uscire ad esempio a 24/96, se poi il Bit One se la deve convertire per forza alla propria, perchè i processi DSP vengono eseguiti a quella.
In questo modo, il Bit One si trova la propria frequenza e profondità di default e non deve commutare. Quindi dovrebbero ridursi questi problemi.
Sul fatto del "click" che senti se premi il clakson, potrebbe essere che si manifesta sugli ingressi high level per un problema di alimentazioni della sorgente (che dovrebbe essere presa dal cavo che alimenta amplificatori e DSP, sia per il positivo che per il negativo, e non dalla predisposizione radio in plancia) e provoca una breve "commutazione automatica" del DSP sull'ingresso "master", o comunque, passa per diafonia tra gli ingressi. Cosa che ad esempio succede con il mio DSP: Se sparo nell'AUX analogico un segnale molto forte, e la se sibilità è alta (di default, è al massimo), nelle pause tra un brano e l'altro della sorgente "Master", si sentono piccoli rumori.
Non so come funziona il Bit One. Il mio Audison AP4.9bit, in presenza di segnale sull'ingresso master, è programmato per eseguire la commutazione sullo stesso. In modo che se arriva una telefonata sul sistema di serie col viva voce (che ha un volume indipendente dai "media") mentre ascolto il player (che poi è lo stesso telefono, con adattatore USB/SPDIF) collegato sull'ingresso digitale, posso rispondere e conversare. Così come i notiziari sul traffico, se la radio è accesa a volume zero ed è inserito il "TA". Quindi è "sempre in ascolto" e con i convertitori attivi su tutti gli ingressi, anche mentre è selezionato "Digital".
Aspettiamo l'opinione di Etabeta. :D
Ciao! :)
Sorgenti: Fiat Uconnect DAB in analogico e iPhone XS Max connesso in USB->SPDIF al DSP.
DSP amp. Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Dayton Audio PS95-8 + amp. Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#15

Messaggio da Etabeta »

Mi riallaccio proprio a quanto scritto da Ozama.
Non so se questo è il caso, ovvero se si tratta di un bit One prima generazione.

La mia domanda (se si tratta di bit One o bit One.1) è proprio relativa al fatto che la prima versione del bit One presenta un problema (a quanto pare non risolvibile tramite aggiornamento firmware ma insito nell'hardware) tale per cui la sezione del circuito che decodifica il flusso audio spdif sulll'ingresso digitale (sia ottico che coax) quando perde il sincronismo (in assenza di segnale, situazione che si verifica per alcuni player quando vengono messi in pausa o si cambia traccia) e poi viene riagganciato (quando si riprende la riproduzione) vengono passati alcuni "frame" (i blocchi di dati da cui è composto il flusso audio digitale) errati che generano artefatti.
Tale problema era emerso ai tempi dell'uscita della prima versione del bit One, tanto che Audison commercializzò un accessorio (chiamato "SFC") che altro non è che un convertitore di frequenza di campionamento che provvede a generare un segnale in uscita con frequenza di campionamento costante (48kHz) a prescindere dalla freq. di campionamento del segnale in ingresso (mantenendo "fittiziamente", ovvero generando, la trama del segnale spdif in uscita a 48kHz anche in assenza di segnale, o segnale non valido, in ingresso) con muting automatico in caso di segnale in ingresso non valido.
L'accessorio SFC sopperisce anche al fatto che il bit One (e bit One.1) accetta segnali spdif con frq. campionamento max 48kHz/24bit (l'SFC accetta fino a 192kHz e ricampiona in uscita a 48kHz)

Riguardo la freq. di campionamento va considerato che nel bit One (e bit One.1) il chip dsp elabora il segnale digitale audio a 48kHz (ricampiona sempre a questa freq. in mod asincrono rispetto al segnale in ingresso), per cui l'ideale (qualitativamente parlando) è settare il player (se si riproducono brani con campionamento 44.1 o 48kHz) in modo che utilizzi la freq. di campionamento nativa senza elaborazione (bit perfect se previsto dal player) e quindi l'unica operazione di ricampionamento la effettui il dsp.
Se invece si desidera riprodurre tracce con freq. campionamento >48kHz (96 o 192kHz) è necessario settare il player in modo che ricampioni internamente a 48kHz.

Più in generale, per cercare di capire se il problema (degli artefatti udibili in alcune circostanze) è causato oppure no da interferenze captate dalla connessione coassiale spdif, io, per cominciare, proverei collegando il player con un cavetto molto corto (proprio a ridosso del dsp) scollegando temporaneamente tutti gli altri ingressi, per verificare appunto se si manifesta allo stesso modo. Se sì.. allora è presumibile che la causa non sia da ricercarsi nella connessione audio digitale.
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#16

Messaggio da Maicol85 »

Etabeta ha scritto:Mi riallaccio proprio a quanto scritto da Ozama.
Non so se questo è il caso, ovvero se si tratta di un bit One prima generazione.

La mia domanda (se si tratta di bit One o bit One.1) è proprio relativa al fatto che la prima versione del bit One presenta un problema (a quanto pare non risolvibile tramite aggiornamento firmware ma insito nell'hardware) tale per cui la sezione del circuito che decodifica il flusso audio spdif sulll'ingresso digitale (sia ottico che coax) quando perde il sincronismo (in assenza di segnale, situazione che si verifica per alcuni player quando vengono messi in pausa o si cambia traccia) e poi viene riagganciato (quando si riprende la riproduzione) vengono passati alcuni "frame" (i blocchi di dati da cui è composto il flusso audio digitale) errati che generano artefatti.
Tale problema era emerso ai tempi dell'uscita della prima versione del bit One, tanto che Audison commercializzò un accessorio (chiamato "SFC") che altro non è che un convertitore di frequenza di campionamento che provvede a generare un segnale in uscita con frequenza di campionamento costante (48kHz) a prescindere dalla freq. di campionamento del segnale in ingresso (mantenendo "fittiziamente", ovvero generando, la trama del segnale spdif in uscita a 48kHz anche in assenza di segnale, o segnale non valido, in ingresso) con muting automatico in caso di segnale in ingresso non valido.
L'accessorio SFC sopperisce anche al fatto che il bit One (e bit One.1) accetta segnali spdif con frq. campionamento max 48kHz/24bit (l'SFC accetta fino a 192kHz e ricampiona in uscita a 48kHz)

Riguardo la freq. di campionamento va considerato che nel bit One (e bit One.1) il chip dsp elabora il segnale digitale audio a 48kHz (ricampiona sempre a questa freq. in mod asincrono rispetto al segnale in ingresso), per cui l'ideale (qualitativamente parlando) è settare il player (se si riproducono brani con campionamento 44.1 o 48kHz) in modo che utilizzi la freq. di campionamento nativa senza elaborazione (bit perfect se previsto dal player) e quindi l'unica operazione di ricampionamento la effettui il dsp.
Se invece si desidera riprodurre tracce con freq. campionamento >48kHz (96 o 192kHz) è necessario settare il player in modo che ricampioni internamente a 48kHz.

Più in generale, per cercare di capire se il problema (degli artefatti udibili in alcune circostanze) è causato oppure no da interferenze captate dalla connessione coassiale spdif, io, per cominciare, proverei collegando il player con un cavetto molto corto (proprio a ridosso del dsp) scollegando temporaneamente tutti gli altri ingressi, per verificare appunto se si manifesta allo stesso modo. Se sì.. allora è presumibile che la causa non sia da ricercarsi nella connessione audio digitale.
Questa sera controllero di che modello si tratta.
Per quanto riguarda l'alimentazione al processore mi sono collegato alla morsettiera del condensatore collegato direttamente alla batteria allego foto da rendere più chiaro

Inviato dal mio SM-A520F utilizzando Tapatalk
54463720d3c71a5bc9075c5af3b23894.jpg
54463720d3c71a5bc9075c5af3b23894.jpg (66.82 KiB) Visto 308 volte
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8158
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#17

Messaggio da Alessio Giomi »

Usa il forum per uplodare le immagini.....

vedi qua: viewtopic.php?f=40&t=13343

questa te l'ho sistemata io....

Bel lavoro l'ordine dei cavi!! mi piace
PIONEER SPH DA120 optical out
///ALPINE PXA H800
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf Macrom 59.17
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1399
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#18

Messaggio da Etabeta »

Alessio Giomi ha scritto:
18 feb 2020, 15:12
questa te l'ho sistemata io....
Grazie Alessio,
se possibile, @Maicol85 , posta immagini a risoluzione più elevata (non via Tapatalk, ma tramte browser) così da poter vedere i dettagli.
Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#19

Messaggio da Maicol85 »

Alessio Giomi ha scritto:Usa il forum per uplodare le immagini.....

vedi qua: viewtopic.php?f=40&t=13343

questa te l'ho sistemata io....

Bel lavoro l'ordine dei cavi!! mi piace
Grazie Alessio, mi fa piacere che ti piace come è venuto il lavoro
Per le prossime foto utilizzerò il forum dal web

Inviato dal mio SM-A520F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Maicol85
Coassiale
Messaggi: 32
Iscritto il: 23 mag 2018, 0:34

Re: Fiio M9 lunghezza cavo coassiale e dispersioni

#20

Messaggio da Maicol85 »

Dunque, ho trovato un ragazzo che ha un SFC in vendita e sarei in trattativa per prenderlo. il prezzo è onesto visto che con meno della metà sarebbe compreso di spedizione in proporzione al nuovo.
Resta da capire solamente se in questo modo ci sono certezze di eliminare il bump.

Inviato dal mio SM-A520F utilizzando Tapatalk

Rispondi

Torna a “Sorgenti”