CD audio ripping

L’ultima frontiera dell’alta fedeltà in auto
Avatar utente
max1974
Midrange
Messaggi: 1603
Iscritto il: 24 giu 2016, 12:56
Località: Conca Ternana nell'Umbria del Sud

Re: CD audio ripping

#21

Messaggio da max1974 »

Chiarissimo come sempre.
Grazie.
MASSIMO

Auto: Fu... VW Passat Variant

Sorgente: Pioneer DEH-80PRS / Kenwood KRC-658R / Kenwood KDC-C469 modificato
Ampli Woofer: 2 x Zapco Z100 in dual mono
Ampli Tweeter: Zapco Z50S2II
Ampli Sub: Zapco Z150
Altoparlanti FA: Kit 2 vie Focal 165AS
Subwoofer: Ciare CW254 in bass reflex
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#22

Messaggio da alfredof58 »

Ciao mi dici come funziona per cancellare alcune tracce, e se possibile, onde non rippare tutto il CD. Grazie mille Ciao
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2006
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: CD audio ripping

#23

Messaggio da Etabeta »

alfredof58 ha scritto: 24 nov 2021, 18:40 Ciao mi dici come funziona per cancellare alcune tracce, e se possibile, onde non rippare tutto il CD. Grazie mille Ciao
Ciao,
se ti riferisci a CUERipper l'estrazione avviene sempre per l'intero CD, quindi tutte le tracce,
se i ti riferisci invece a EAC (Exact Audio Copy) molto banalmente basta de-selezionare (casella di spunta "Traccia" appunto) le tracce che non desideri estrarre nella schermata della lista (di default sono selezionate tutte).
Al di là di ciò sul web sono pubblicate molte guide, anche in italiano (Google: "EAC exact audio copy guida") lo scrivo al fine di evitare di replicare in questo thread (che ha lo scopo solamente di fare una panoramica) un "tutorial" considerato appunto che ne sono stati già pubblicati molti.
Riguardo CUERIpper poi l'interfaccia è davvero minimale (unica schermata) il che lo rende usabile senza nemmeno bisogno di guide.
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#24

Messaggio da alfredof58 »

Ciao Grazie per la risposta, si intendevo CUERipper, un'ultima cosa visto che sei così gentile, per trasformare file in mp3 e portarli a flac o wav il programma dovrebbe essere CUETools, ma non riesco a farlo, magari esiste
qualche guida, o magari se il file nasce mp3, non si può fare nulla. Grazie per l'interessamento. Ciao buona serata.
Avatar utente
Dude
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 6635
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: CD audio ripping

#25

Messaggio da Dude »

alfredof58 ha scritto: 25 nov 2021, 18:27 Ciao Grazie per la risposta, si intendevo CUERipper, un'ultima cosa visto che sei così gentile, per trasformare file in mp3 e portarli a flac o wav il programma dovrebbe essere CUETools, ma non riesco a farlo, magari esiste
qualche guida, o magari se il file nasce mp3, non si può fare nulla. Grazie per l'interessamento. Ciao buona serata.
Più che altro non ha molto senso convertire un mp3 in un formato a lui superiore.
Qualità mp3 era e qualità mp3 resta.
E a meno che tu non abbia un improbabile lettore che legge wav e flac ma non mp3 (dubito ne esista uno su tutta la faccia del pianeta), altro senso per tale operazione non mi reisce di trovarne.

Oltretutto, se l'mp3 già provenisse da altro mp3, facciamo proprio tombola al negativo...
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2006
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: CD audio ripping

#26

Messaggio da Etabeta »

alfredof58 ha scritto: 25 nov 2021, 18:27 trasformare file in mp3 e portarli a flac o wav il programma dovrebbe essere CUETools, ma non riesco a farlo
Qui c'è un doppio equivoco di fondo che spero di chiarire.

Il primo: CUERipper e EAC non sono programmi atti (o pensati) per effettuare transcodifiche di file audio ma puramente all'estrazione del contenuto di CD audio inteso proprio come supporto fisico (chiaramente il contenuto di un cd audio è sempre codificato PCM, ovvero non compresso) verso file di destinazione codificato con codec a scelta (nel caso di CUERipper è possibile spaziare praticamente tra tutti i formati di compressione).

Il secondo: a prescindere, non ha senso (o meglio, non porta ad alcuni tipo di vantaggio) ricodificare un contenuto audio compresso lossy (ovvero con perdita, come nel caso dell'mp3) verso compressione lossless (ovvero senza perdita come il flac) in quanto la perdita/degrado del contenuto dovuta alla compressione lossy non è in nessun modo recuperabile e quindi, appunto, non c'è motivo (non essendoci alcun vantaggio qualitativo) di effettuare questa operazione (escluderei poi che sia per compatibilità in quanto non ho mai trovato un player in grado di leggere flac che non legga anche mp3, semmai il contrario).

Per chiarire meglio il concetto:
https://it.wikipedia.org/wiki/Compressione_dati_lossy
https://it.wikipedia.org/wiki/Compressi ... za_perdita

PS: questo thread ha però come oggetto specifico il CD ripping ovvero l'estrazione da CD audio e non la transcodifica tra file audio.
Riguardo l'uso di CUETools se desideri si può aprire un thread specifico, premesso che è un software più adatto e pensato alla verifica dell'integrità (oltre che alla transcodifica) di file audio estratti da CD (con CUERipper o EAC o altri mezzi).
Per la sola transcodifica di file audio penso sia più semplice e adatto l'uso di Foobar2000 o una delle tantissime altre applicazioni disponibili nel settore.
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#27

Messaggio da alfredof58 »

Grazie mille per la risposta, molto esaudiente, infatti avevo scritto se i file mp3 trasformati in wav o flac, si sentissero meglio, poi fatta una prova con un normale convertitore, ho notato che è la stessa musica, quindi rippero' solo da CD. Comunque grazie mille e buona serata. Ciao 👌
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#28

Messaggio da alfredof58 »

Ciao ragazzuoli, allora ho rippato con Eac tutto quello che avevo in fatto di cd. Ora mi chiedo ma se sui CD vergini ho messo canzoni che neanche ricordo che traccia hanno, le ho trasformate in wav. In Flac non sono riuscito, le tracce dei CD vergine sono realmente Wav. O magari forse rimangono le tracce che erano, comunque per le mie orecchie suonano benino. Ciao grazie. 👌
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10632
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: CD audio ripping

#29

Messaggio da Alessio Giomi »

alfredof58 ha scritto: 2 dic 2021, 16:45 Ciao ragazzuoli, allora ho rippato con Eac tutto quello che avevo in fatto di cd. Ora mi chiedo ma se sui CD vergini ho messo canzoni che neanche ricordo che traccia hanno, le ho trasformate in wav. In Flac non sono riuscito, le tracce dei CD vergine sono realmente Wav. O magari forse rimangono le tracce che erano, comunque per le mie orecchie suonano benino. Ciao grazie. 👌
Sai che non capito niente di quello che hai scritto?
Sono domande o affermazioni?

Fammi capire: hai rippato tutti i tuoi CD e non conosci i nomi delle tracce?
EAC, collegato ovviamente ad Internet, ti riconosce quando gliele fai leggere, tutte le tracce, gli album e le copertine degli album…
Spiega meglio….
PIONEER SPH DA120 optical out
HELIX DSP.3
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W60
Zapco Studio 150______ Mr
---------------------------------- > Xtant xis 2.4 by morel
Zapco Studio 100______ Tw


NOSTROMO’S CALIBRATION
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2006
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: CD audio ripping

#30

Messaggio da Etabeta »

alfredof58 ha scritto: 2 dic 2021, 16:45 tracce dei CD vergine sono realmente Wav. O magari forse rimangono le tracce che erano
Cerco di interpretare la domanda che, presumo, implichi un "equivoco" riguardo il tema in oggetto che è il formato CD AUDIO (inteso come formato di archiviazione di contenuto audio, rispetto al concetto di supporto fisico CD che può essere anche un supporto di archiviazione dati "generico").

Il contenuto di disco CD AUDIO (CD-DA) può essere codificato esclusivamente in formato pcm non compresso, e i dati che vengono estratti da un cd audio sono nativamente quindi campioni sequenziali codificati linearmente a 16bit, con frequenza di campionamento 44.1kHz. TUTTI i cd audio sono codificati allo stesso modo ed infatti è possibile riprodurre un qualsiasi cd audio prodotto attualmente anche con un lettore cd audio costruito negli anni '80, eccezion fatta per alcuni tipi di supporti registrabili (seppur codificati/registrati in formato CD-DA), ma non voglio complicare troppo il discorso.

C'è da tenere presente che lo standard "CD audio" è stato definito all'inizio degli anni '80 quando non era ancora stato sviluppato alcun formato di compressione dati per l'audio digitale consumer (non esisteva ancora n'è l'mp3 nè tantomeno flac o altri formati di compressione) e d'altronde non sarebbe stato possibile produrre, all'epoca, il necessario hardware (decoder) in ambito consumer.

I dati estratti da un CD AUDIO quindi possono essere "impacchettati" (senza alcuna alterazione relativamente ai campioni audio) in formato file wav (che è uno standard di archiviazione in formato file di contenuto audio non compresso), chiaramente poi, tramite un'elaborazione software eseguita localmente nel pc (tramite un plugin di EAC o CUEextractor o altro) è possibile codificare i dati audio in altro formato (flac ecc...) e infine i file prodotti possono essere archiviati su qualsiasi supporto di memoria, anche un CD DATI non nel formato "CD AUDIO" e che quindi NON sarà riproducibile su NESSUN LETTORE CD AUDIO a meno che non si tratti di un lettore che gestisca anche la lettura di dischi CD-ROM/R/RW codificati in in formato "archivio file" per intenderci.

Il "CD ROM" (nelle sue varie declinazioni) è un supporto dati che può contenere dati/file in qualsivoglia formato inclusi quindi file contenenti audio codificato in qualsivoglia modo.

Chiaramente un lettore cd "moderno" tipicamente è in grado di riconoscere e riprodurre il contenuto di file audio (anche in svariati formati di compressione) contenuti su supporti cd dati (ovvero cd-rom/r/rw).

E' naturalmente anche possibile produrre, partendo da una serie di file audio (in qualsiasi formato, purché ovviamente sia supportato dell'applicativo software che si utilizza) un CD AUDIO, in questo caso il software processa i dati in modo da fornire in uscita il formato (l'unico supportato per i CD AUDIO) stereo 16bit 44.1kHz PCM lineare e quindi il masterizzatore provvede a registrare sul supporto scrivibile nel formato specifico previsto per i CD AUDIO (vedi "red book"/"Yellow Book"/"Orange Book" nelle letture che ho linkato qui sotto).

Ciò per chiarire che c'è una distinzione tra supporto CD AUDIO (red book) e CD ROM (Yellow Book/Orange Book e oltre...).

Letture consigliate:
https://it.wikipedia.org/wiki/CD_Audio
https://it.wikipedia.org/wiki/Rainbow_Books

Spero di essere stato esaustivo, l'argomento è piuttosto esteso (e naturalmente qui non c'è modo di trattarlo in modo approfondito, cosa che sarebbe pure inutile vista la documentazione a disposizione nel web), ma è per chiarire i concetti base ed evitare fraintendimenti riguardo i vari tipi/formanti di supporti CD e il loro contenuto.

E in conclusione (dopo aver chiarito, spero, i concetti base che stanno dietro a ciò): un CD-AUDIO (CD-DA per essere precisi) NON contiene "file WAV" ma dati audio archiviati secondo uno schema/standard definito (vedi "red book") che è diverso rispetto a quanto è previsto per il "contenitore" WAV che invece è appunto uno standard che definisce uno specifico formato di archiviazione file audio non compresso.

E' invece corretto dire che un CD-AUDIO contiene dati audio non compressi, come anche è vero per i file WAV, ma sono due cose differenti.

Il concetto di base (per tornare al tema di questo thread) è che è possibile estrarre i dati contenuti in un CD-AUDIO in modo "esatto/accurato"[*] ovvero ottenere/estrarre la stessa identica informazione (cioè la sequenza di campioni audio contenuta nel supporto fisico CD-AUDIO) e una volta ottenuta è possibile codificarla in un qualsiasi formato file di archiviazione audio (WAV, FLAC o altro...)

[*] In realtà è proprio QUESTO il tema del thread, ovvero il processo di estrazione e post-elaborazione utilizzato da EAC e CUEripper (ve ne sono altri ma questi sono i più noti) per garantire la perfetta corrispondenza "bit-per-bit" tra i dati contenuti nel supporto fisico CD-AUDIO rispetto ai dati estratti su file.
Non è cosa da poco in quanto il formato CD-AUDIO non prevede (visti i limiti di capacità elaborativa disponibili all'epoca del suo sviluppo oramai 40 anni fa) un meccanismo davvero efficace, ma piuttosto blando, di rilevazione e correzione degli errori (ed infatti questo aspetto fu riscritto per il successivo standard CD-ROM pensato per il mondo informatico).
L'idea degli sviluppatori di EAC prima e poi a seguire da altri, è stata quindi di creare un database (vedi "Accurip") condiviso online dove sono registrati gli "hash" (cioè le "impronte" numeriche di traccia di ogni cd) e, tramite opportuni algoritmi, ottenere (e confrontare) l'impronta della propria "estrazione" rispetto a quelle di altri (essendo note le "impronte" di estrazioni avvenute senza rilevamento di errori) e quindi sapere, a fine estrazione, se questa è stata "accurata" oppure no e poter anche, in determinati casi, recuperare errori di estrazione se sotto una certa soglia, ciò unito ad un processo di lettura che ripetere la lettura di ogni blocco più e più volte se viene rilevato errore (cosa chiaramente non possibile nella normale riproduzione di un cd in fase di ascolto.
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#31

Messaggio da alfredof58 »

Ciao grazie per lo scomodo, non volevo riaprire un argomento quasi chiuso, comunque per Alessio rispondo: Non è difficile quello che ho scritto, vado a spiegare meglio,
le tracce le ho trovate ovviamente, solo che ho trovato vecchi cd. te li ricordi i Verbatim, ecc.ecc. vergini, dove ho trovato scritto anni 70-80-90 esempio, di un cd. ed
messi in EAC. sono tutte tracce musicali degli anni suddetti, la mia domanda è semplice, cosa ho tirato fuori, da quello che dice Etabeta, se non ho capito male, il programma
EAC. Dovrebbe aver tirato fuori buoni file e io mi ritengo soddisfatto della estrazione, unico dubbio scusate è, le tracce sono rimaste come nel cd o trasformate in Wav.
Comunque sia visto che tali cd sono molto rovinati col tempo, il risultato è ottimo. Grazie di tutto. Buona giornata.
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 2006
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: CD audio ripping

#32

Messaggio da Etabeta »

alfredof58 ha scritto: 3 dic 2021, 11:21 Ciao grazie per lo scomodo, non volevo riaprire un argomento quasi chiuso, comunque per Alessio rispondo: Non è difficile quello che ho scritto, vado a spiegare meglio,
le tracce le ho trovate ovviamente, solo che ho trovato vecchi cd. te li ricordi i Verbatim, ecc.ecc. vergini, dove ho trovato scritto anni 70-80-90 esempio, di un cd. ed
messi in EAC. sono tutte tracce musicali degli anni suddetti, la mia domanda è semplice, cosa ho tirato fuori, da quello che dice Etabeta, se non ho capito male, il programma
EAC. Dovrebbe aver tirato fuori buoni file e io mi ritengo soddisfatto della estrazione, unico dubbio scusate è, le tracce sono rimaste come nel cd o trasformate in Wav.
Comunque sia visto che tali cd sono molto rovinati col tempo, il risultato è ottimo. Grazie di tutto. Buona giornata.
Ciao,
in effetti tramite EAC (o CUEripper) non è possibile determinare se delle singole tracce estratte da un cd audio "personale compilation" (ovvero non un cd audio "ufficiale"/originale commercializzato sul mercato e quindi già estratto in precedenza da altri utilizzatori di EAC o CUEripper, che quindi hanno automaticamente condiviso i dati delle "impronte/hash" relative a quello specifico cd) sono oppure no esenti da errori (errori che possono essere relativi anche alla precedente/i operazione/i di estrazione che hanno portato alla fine al contenuto in quel cd "compilation").
Quindi in assenza di "impronte" condivise nel database (Accurip e CUEToolDB sono quelli utilizzati da EAC e CUEripper) il disco CD audio è gestito come "ignoto" (messaggio CUEripper "disc not present in database", EAC "titolo sconosciuto") e pertanto non è possibile verificare l'accuratezza dei dati estratti.
Semmai EAC/CUEripper verificano eventuali errori di lettura (quindi se ci sono blocchi dati errati nel supporto) e lo evidenziano ma anche nel caso di zero errori di lettura rilevati (ovvero zero blocchi dati che non passino la verifica di controllo insita nelle specifiche cd audio) non c'è modo di sapere se i dati che sono stati estratti possano contenere (a monte) errori/differenze rispetto al contenuto audio originale estratto (a monte appunto, ovvero nell'operazione di creazione di quel personale CD audio "compilation").

Se INVECE si possiede la copia effettuata "per intero" (ovvero NON una compilation personale di brani ma la copia appunto di un intero cd audio effettuata in precedenza su un disco cd registrabile) è possibile verificarne la corrispondenza esatta con l'originale sottoponendo il cd masterizzato (ovvero la copia) alla funzione di verifica di EAC (o CUEripper) che se individuerà l'esistenza di altri cd presenti nel database con lo stesso identificativo univoco (che appunto identifica ogni singola edizione di un determinato titolo pubblicato per il quale sia stata effettuata in precedenza, da un qualsiasi altri utilizzatore EAC/CUEripper, almeno una estrazione andata a buon fine) darà un responso di corrispondenza per ogni singola traccia.
E quindi si saprà se quel supporto cd oltre che essere "sano fisicamente" (ovvero senza errori fisici nel supporto tali da causare errori di lettura non recuperabili) è anche "accurato" dal punto di vista del contenuto audio rispetto all'orinale da cui è stato derivato.

Estremizzando: posso anche creare un cd audio il cui contenuto è audio acquisito in origine tramite... un citofono, se il supporto cd è sano verranno rilevati zero errori di lettura (errori fisici di lettura del supporto intendo) in fase di estrazione con EAC o CUEripper (che non avrebbe modo di confrontare quei dati con nessuna edizione nota e riporterebbe il cd come "ignoto") ma non vuol dire che il contenuto audio è fedele (rispetto al contenuto originale che è stato acquisito tramite il citofono in questo esempio).

Sperdo di aver chiarito, mi sono un pò dilungato, in effetti non è possibile rispondere in modo stringato "buono / non buono" senza aver chiarito COME funziona il meccanismo di verifica di EAC/CUEripper e cosa si intente per "estrazione accurata".

PS:
alfredof58 ha scritto: 3 dic 2021, 11:21 unico dubbio scusate è, le tracce sono rimaste come nel cd o trasformate in Wav.
Qui però c'è un fraintendimento: è del tutto indifferente se un contenuto audio è stato estratto, nei passaggi precedenti, da cd audio in formato wav e poi rimasterizzato su cd (anche ipoteticamente in una serie infinita di passaggi), in quanto il formato wav è un formato non compresso e senza perdita (e quindi è possibile concatenare una serie anche infinita di passaggi cd audio-->wav-->cd audio senza alterare un solo bit di un singolo campione audio)
Semmai la domanda da porsi è, appunto, come è stata effettuata l'estrazione in origine (se in modo "accurato" oppure no) e se quel tal contenuto ha avuto passaggi di codifica intermedi in formato di compressione con perdita (mp3, AAC ecc..).
Però è davvero impossibile dedurlo a posteriori (al limite si può fare una valutazione "ad orecchio", ma naturalmente è impossibile determinare l'accuratezza "bit perfect").
Avatar utente
The_Bis
Midrange
Messaggi: 1554
Iscritto il: 3 mar 2020, 21:55
Località: Vicenza

Re: CD audio ripping

#33

Messaggio da The_Bis »

Alfredo, tutto quello che scrive @Etabeta è in riferimento al ripping di CD originali.

I CD masterizzati, tipo compilation magari fatti mettendo insieme brani recuperati chissà dove, magari originalmente MP3 non trovano ne corrispondenze con eventuali informazioni sui database accurip ne eventuali informazioni di Nome,Autore,Album in quanto non sono prodotti presenti sul mercato ma creazioni "homemade".

Per quello che ne sappiamo i tuoi cd "verbatim" altrimenti noti come Cd Masterizzati. Che non sappiamo se Cd Audio o Cd Dati possono essere Cd Audio originati partendo da MP3 (per cui bassa qualità) o Cd Dati che "contengono" MP3 come, per intenderci, potrebbe fare una chiavetta USB.

In entrambe i casi puoi riconvertirli in tutti i formati che vuoi, se sono originariamente creati usando come traccia originante un file compresso o di bassa qualità questo rimarrà così forever...

È un ragionamento piú logico che tecnico, ma è fondamentale farlo proprio perché sennò si rischia di fare solo confusione e non portare a casa il risultato voluto.

;)

Edit: nel frattempo ha risposto etabeta
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 7705
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: CD audio ripping

#34

Messaggio da ozama »

Non hai capito quello che ha scritto @Etabeta , direi, date le tue affermazioni. ^^
I CD Verbatim sono supporti MASTERIZZATI. E presi così, possono essere CD-DA (CD audio con sopra NON DEI “FILES” MA UNA TRACCIA AUDIO COMPOSTA SECONDO LO STANDARD CD AUDIO) oppure CD-ROM con sopra DEI FILES AUDIO INFORMATICI. Ad esempio: mp3, flac, wav, wma.. :)
Cosa ne possiamo sapere SE NON CE LO DICI TU CHE HAI MESSO I VERBATIM NEL LETTORE DEL PC, cosa c’è in questi VERBATIM masterizzati? XD
I discorsi sulla trasformazione in FILE AUDIO (.mp3, .wav, .eccetera..) di quanto ESTRATTO DA EAC da un CD AUDIO, vale PER I CD ORIGINALI, oppure anche per i CD MASTERIZZATI SECONDO LO STANDARD CD AUDIO. Ma “CD—ROM con sopra dei files AUDIO” e “CD AUDIO”, anche se sono “uguali da vedere”, dato che i supporti masterizzabili li puoi masterizzare nei due modi, SONO COSE DIVERSE. :)
Se non lo sai tu, cosa hai in mano, non possiamo darti delle certezze noi.. :hmm:
Spero che tu abbia capito che se un supporto è da 12 cm, è lucido e leggibile, NON È INDICATIVO AUTOMATICAMENTE DI QUELLO CHE C’È DENTRO. ^^
TRANNE CHE NON SIA ORIGINALE. ;) Che poi, dati certi sistemi anti copia, è pure discutibile.. Ma non complichiamoci la vita con cose che non c’entrano. :D
Lascio a chi conosce EAC la parola, eventualmente, per cercare di darti indicazioni su come capirlo, cosa gli hai dato da rippare. :yes:
Ti riassumo il concetto:
- Un CD Audio NON CONTIENE DEI FILES “punto qualcosa”. Contiene un’unica traccia continua composta da tutte le canzoni, scritta in modo che dal laser passi al convertitore da digitale ad analogico e diventi musica. Il CD Audio è digitale ma non è una compilation di files. È un blocco unico. E tramite la “TOC”, che è parte della formattazione del supporto, vengono distinte le singole canzoni per dare modo all’utente di ascoltare separatamente i brani. Che come detto, non sono nemmeno realmente separati.
Devi immaginare la cosa come un disco in vinile, solo che al posto del solco ondulato letto dalla puntina, c’è un laser che viene riflesso o meno da delle zone riflettenti.
- Un CD ROM puó contenere invece qualsiasi tipo di informazione digitalizzata, comprese delle “tracce audio” organizzate in “files.mp3”, “files.wav”, “files.flac”, “files.wma”..
I programmi di “ripping” come EAC, servono a TRASFORMARE i -CD Audio- in -files informatici- contenenti ognuno un brano musicale, secondo indicazione della TOC incisa nel CD Audio.
E puoi scegliere in che formato generare i files singoli che contengono le tracce. :)
- I files informatici contenenti le tracce possono essere COMPRESSI CON PERDITA (mp3 e wma, per esempio), possono essere COMPRESSI SENZA PERDITA (flac, alac, per esempio), possono essere NON COMPRESSI (wav, esempio). Lo decidi tu, indicando il tipo di file che vuoi ottenere.
- Se una traccia audio viene compressa con perdita, non la puoi più ripristinare, perchè i dati persi nella trasformazione sono andati irrimediabilmente persi. Quindi, se la trasformi per esempio da mp3 a wav, quello che ottieni è la qualità dell’mp3 ma in formato wav.
Per sapere se i tuoi files .wav sono “buoni”, bisogna quindi sapere da cosa sono stati ricavati.
Tra i CD masterizzati, puoi anche trovare -CD audio- che sono stati ricavati da files mp3 scaricati da Internet, per poterli leggere con una normale meccanica CD. Quindi, quando approcci un CD masterizzato non hai mai certezza di quello che puoi ricavarne. :hmm:
Se ritiene di sentire bene, sei a posto. Se vuoi delle certezze, rippando un CD masterizzato, non ne puoi avere. Se non sei in grado di distinguere un CD masterizzato “CD-Audio” da un CD masterizzato “CD ROM”, è difficile, da qui, fare supposizioni su cosa tu abbia ottenuto. :hmm:
Ciao! :)

Edit: è tutta la mattina che riprendo in mano il messaggio.. E abbiamo scritto assieme @The_Bis e @Etabeta .
Be, spero che le spiegazioni vengano recepite. :D
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub Sonus by Nostromo & rs250v, in cassa chiusa.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#35

Messaggio da alfredof58 »

Ciao il tuo discorso non fà una piega, ovviamente non mi prendere per scemo, i cd. da me descritti non sò chi li abbia fatti, essendo passato tanto tempo, possono venire da amici o da mio figlio addirittura, quindi
il sottoscritto non sà la provenienza delle tracce, probabilmente mp3. Siccome io sono amante della musica dance anni 70-80 come penso molti di voi, non appena trovato questi cd. me li sono rippati con EAC.
Ora comprendendo il vostro discorso, sennò sarei davvero scemo, ho anche rippato ovviamente cd. originali, la cosa buona è ovviamente avere tutte le canzoni dei vecchi e nuovi cd. tutto nella pennetta e sapendo
che la mia sorgente legge Wav. flac. ecc.ecc. ecco fatto. Grazie per la delucidazione da parte di tutti voi. A presto.
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 7705
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: CD audio ripping

#36

Messaggio da ozama »

Eh, ma da come hai scritto, ci siamo dovuti IMMAGINARE quale fa il tuo quesito. O_O
Se ti abbiamo risposto in tre, più o meno nello stesso modo, è perchè non era proprio chiaro quello che chiedevi. ^^
Comunque direi che dovresti aver avuto le risposte che cercavi, e questo è l’importante. :yes:
Ciao! :)
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub Sonus by Nostromo & rs250v, in cassa chiusa.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
The_Bis
Midrange
Messaggi: 1554
Iscritto il: 3 mar 2020, 21:55
Località: Vicenza

Re: CD audio ripping

#37

Messaggio da The_Bis »

Ma la nostra non era una delucidazione era una risposta alla tua domanda...

Che di fatto è: "se nemmeno tu sai da dove arrivano le tracce contenute nei CD, che non sappiamo se Audio o Dati, non possiamo aiutarti se non dandoti modo di distinguere le variabii determinanti a isolare una risposta soddisfacente"

Ciò nonostante stabilite le variabili e quindi il processo logico per arrivare alla risposta, cosa mettere nelle variabili lo puoi sapere solo tu.

Se ben capisco dalla tua ultima risposta i più probabili originanti che hanno contribuito a creare queste "anonime compilation Dance 70-80" sono file MP3 per cui, volendo saltare alle conclusioni, la risposta è:

I File che hai convertito con EAC sono file lossy, per cui assimilabili come qualità ad un mp3 anche se come peso nella tua chiavetta sono uguali ad un file Lossless.

;)

P.s.: nessuno qui vuole darti dello scemo, ma solo provare tramite un forum a spiegare il meglio possibile qualcosa per essere sicuri non ci siano fraintendimenti. Argomento questo purtroppo storicamente fin troppo frainteso....
Avatar utente
Delirium
Subwoofer
Messaggi: 175
Iscritto il: 8 apr 2021, 11:09

Re: CD audio ripping

#38

Messaggio da Delirium »

Io uso il caro vecchio Windows Media Player puoi convertire in flac e wav oltre che wma ovviamente.
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#39

Messaggio da alfredof58 »

Tutto chiaro ragazzuoli, ora una ultima piccola domanda, le tracce dei CD originali, se rippate, sono realmente non compresse, o è migliore la traccia del CD. Stesso, se così fosse, avrebbe poco senso rippare CD. Originali o no. Ciao grazie mille. Buona serata.
Avatar utente
alfredof58
Subwoofer
Messaggi: 169
Iscritto il: 19 ago 2021, 15:49

Re: CD audio ripping

#40

Messaggio da alfredof58 »

Delirium ha scritto: 3 dic 2021, 17:56 Io uso il caro vecchio Windows Media Player puoi convertire in flac e wav oltre che wma ovviamente.
Sempre partendo da CD. Originali, spero, sennò davvero non ci ho capito niente. Ciao 👌
Rispondi

Torna a “Musica Liquida & Alta Risoluzione”