LHDC

L’ultima frontiera dell’alta fedeltà in auto
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9101
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: LHDC

#61

Messaggio da Alessio Giomi »

Son convinto che hai ragione.....
ma dopo 3 anni di “tormenti” (perché oltre all’auto io lo metto in carica a casa e anche in ufficio)
La mia batteria è ancora al 95%....
48FC2CF6-B4A8-4235-B41F-1B1390FEB221.jpeg
Mentre qualche anno fa sarei già che alla frutta XD
PIONEER SPH DA120 optical out
///ALPINE PXA H800
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W600
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
stesax
Coassiale
Messaggi: 61
Iscritto il: 13 ott 2019, 22:07
Località: Firenze- Vald'arno

Re: LHDC

#62

Messaggio da stesax »

Alessio Giomi ha scritto:
3 nov 2020, 17:59
Son convinto che hai ragione.....
ma dopo 3 anni di “tormenti” (perché oltre all’auto io lo metto in carica a casa e anche in ufficio)
La mia batteria è ancora al 95%....48FC2CF6-B4A8-4235-B41F-1B1390FEB221.jpeg

Mentre qualche anno fa sarei già che alla frutta XD
Che le batterie abbian fatto passi da gigante è inconfutabile, però per ovviare ai problemi dovuti al continuo e frenetico attacco, stacco, anche per carplay, e android auto, molto costruttori hanno fatto degli emulatori che rimangono fissi in auto, e gli smartphone ci si collegano wireless.
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9101
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: LHDC

#63

Messaggio da Alessio Giomi »

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 18:22
Alessio Giomi ha scritto:
3 nov 2020, 17:59
Son convinto che hai ragione.....
ma dopo 3 anni di “tormenti” (perché oltre all’auto io lo metto in carica a casa e anche in ufficio)
La mia batteria è ancora al 95%....48FC2CF6-B4A8-4235-B41F-1B1390FEB221.jpeg

Mentre qualche anno fa sarei già che alla frutta XD
Che le batterie abbian fatto passi da gigante è inconfutabile, però per ovviare ai problemi dovuti al continuo e frenetico attacco, stacco, anche per carplay, e android auto, molto costruttori hanno fatto degli emulatori che rimangono fissi in auto, e gli smartphone ci si collegano wireless.
Ci si collegano wireless per la ricarica ed anche per il "passaggio dati " diciamo?
E parliamo sempre di Bluetooth, non Wifi?

Hai un link? son curioso
PIONEER SPH DA120 optical out
///ALPINE PXA H800
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W600
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
Dude
Supertweeter
Messaggi: 5947
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LHDC

#64

Messaggio da Dude »

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Che poi dipende anche dall' utilizzo che si fa della vettura.

Puoi avere anche un impianto da 50000 euro, ma se scendi e sali in auto 10/20 volte il giorno e conseguentemente stacchi ed attacchi tutte le volte, dopo due mesi hai distrutto la presa lightning dello smartphone, e rovinato la batteria del cellulare.
Se scendi e sali dall'auto 10/20 volte al giorno, per cui fai brevi spostamenti, se sei una persona anche appena appena "normale", non attacchi e stacchi ogni santa volta tutta la marèna, ma l'impianto lo tieni o spento o sulla radio o cmq non dai peso all'ascolto, non usando la sorgente hi-res.
Oppure su quell'auto non installi un impianto di pregio (se quell'auto prevede di fare solo piccoli spostamenti).

Altrimenti sei scemo (non tu, quello che fa una simile sciocchezza), e ti meriti sia il cattivo ascolto che la distruzione di hub e batteria. XD
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Con il sistema che dice muso90, riesci a goderti anche i file hi-res,( magari non appieno ), senza troppi sbattimenti.
Ma insomma, allora mettiamoci d'accordo: o l'hi-res si può godere, e allora è un peccato mortificarla consapevolmente con un media castrante (e quindi si fa prima e si spende meno usando file in SD), oppure non si può godere perché è inutile (come blatera il guru di audiofrog...), e allora non si capisce a cosa serva inneggiare a un media di trasporto hi-res...
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
stesax
Coassiale
Messaggi: 61
Iscritto il: 13 ott 2019, 22:07
Località: Firenze- Vald'arno

Re: LHDC

#65

Messaggio da stesax »

Alessio Giomi ha scritto:
3 nov 2020, 18:39
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 18:22
Alessio Giomi ha scritto:
3 nov 2020, 17:59
Son convinto che hai ragione.....
ma dopo 3 anni di “tormenti” (perché oltre all’auto io lo metto in carica a casa e anche in ufficio)
La mia batteria è ancora al 95%....48FC2CF6-B4A8-4235-B41F-1B1390FEB221.jpeg

Mentre qualche anno fa sarei già che alla frutta XD
Che le batterie abbian fatto passi da gigante è inconfutabile, però per ovviare ai problemi dovuti al continuo e frenetico attacco, stacco, anche per carplay, e android auto, molto costruttori hanno fatto degli emulatori che rimangono fissi in auto, e gli smartphone ci si collegano wireless.
Ci si collegano wireless per la ricarica ed anche per il "passaggio dati " diciamo?
E parliamo sempre di Bluetooth, non Wifi?

Hai un link? son curioso

Eccolo Alessio, non so se però per la tua auto funziona:

https://shop.eng-custom.com/it/prodotto ... r-play-air
Avatar utente
stesax
Coassiale
Messaggi: 61
Iscritto il: 13 ott 2019, 22:07
Località: Firenze- Vald'arno

Re: LHDC

#66

Messaggio da stesax »

Dude ha scritto:
3 nov 2020, 19:51

Se scendi e sali dall'auto 10/20 volte al giorno, per cui fai brevi spostamenti, se sei una persona anche appena appena "normale", non attacchi e stacchi ogni santa volta tutta la marèna, ma l'impianto lo tieni o spento o sulla radio o cmq non dai peso all'ascolto, non usando la sorgente hi-res.
Oppure su quell'auto non installi un impianto di pregio (se quell'auto prevede di fare solo piccoli spostamenti).
Quindi qualora usi l' auto per piccoli spostamenti o magari per lavoro e devo fare tante visite in un giorno è meglio ascoltare la radio con quella musica di merda che ultimamente passano, che la mia musica preferita strimmata da un ottimo smartphone in un buon ricevitore con una qualità decisamente superiore...

Scusami non ti tiro una madonna perchè non è educato, ma questo te lo dedico ugualmente


https://www.youtube.com/watch?v=FWvcYUGj41o
Avatar utente
Dude
Supertweeter
Messaggi: 5947
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LHDC

#67

Messaggio da Dude »

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 20:31
Dude ha scritto:
3 nov 2020, 19:51

Se scendi e sali dall'auto 10/20 volte al giorno, per cui fai brevi spostamenti, se sei una persona anche appena appena "normale", non attacchi e stacchi ogni santa volta tutta la marèna, ma l'impianto lo tieni o spento o sulla radio o cmq non dai peso all'ascolto, non usando la sorgente hi-res.
Oppure su quell'auto non installi un impianto di pregio (se quell'auto prevede di fare solo piccoli spostamenti).
Quindi qualora usi l' auto per piccoli spostamenti o magari per lavoro e devo fare tante visite in un giorno è meglio ascoltare la radio con quella musica di merda che ultimamente passano, che la mia musica preferita strimmata da un ottimo smartphone in un buon ricevitore con una qualità decisamente superiore...

Scusami non ti tiro una madonna perchè non è educato, ma questo te lo dedico ugualmente


https://www.youtube.com/watch?v=FWvcYUGj41o
Come preferisci.

Ma per me, ascoltare MUSICA è un fatto serio.
Francamente, di sentire 5 minuti di musica e poi scendere, e poi risalire, sentirne altri 5 e via discorrendo, non interessa, dal punto di vista della qualità di riproduzione.
Se voglio anche quella, la riservo ad ascolti a cui possa dedicare la giusta attenzione, che non c'è, forzatamente, quando salgo e scendo di continuo.
Sarebbe come mettere un impianto hi-end in cucina, in casa.
Da ascoltare mente peli le cipolle o friggi le patate e sta andandola ventola aspira-fumo, poi squillano il telefono o il citofono, e intanto leggi le notizie della giornata su internet...

Se la musica mi piace, lo fa in qualsiasi modo venga riprodotta.
E non so davvero come si faccia ad apprezzarne la qualità, con ascolti così forzatamente distratti, per cui va bene persino l'impianto di serie.

A meno che, come il 90% degli utenti di impianti hi-fi, quello che interessa non sia sentire *l'impianto*, in realtà, e non la musica.
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9101
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: LHDC

#68

Messaggio da Alessio Giomi »

Dude ha scritto:
3 nov 2020, 21:11
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 20:31
Dude ha scritto:
3 nov 2020, 19:51

Se scendi e sali dall'auto 10/20 volte al giorno, per cui fai brevi spostamenti, se sei una persona anche appena appena "normale", non attacchi e stacchi ogni santa volta tutta la marèna, ma l'impianto lo tieni o spento o sulla radio o cmq non dai peso all'ascolto, non usando la sorgente hi-res.
Oppure su quell'auto non installi un impianto di pregio (se quell'auto prevede di fare solo piccoli spostamenti).
Quindi qualora usi l' auto per piccoli spostamenti o magari per lavoro e devo fare tante visite in un giorno è meglio ascoltare la radio con quella musica di merda che ultimamente passano, che la mia musica preferita strimmata da un ottimo smartphone in un buon ricevitore con una qualità decisamente superiore...

Scusami non ti tiro una madonna perchè non è educato, ma questo te lo dedico ugualmente


https://www.youtube.com/watch?v=FWvcYUGj41o
Come preferisci.

Ma per me, ascoltare MUSICA è un fatto serio.
Francamente, di sentire 5 minuti di musica e poi scendere, e poi risalire, sentirne altri 5 e via discorrendo, non interessa, dal punto di vista della qualità di riproduzione.
Se voglio anche quella, la riservo ad ascolti a cui possa dedicare la giusta attenzione, che non c'è, forzatamente, quando salgo e scendo di continuo.
Sarebbe come mettere un impianto hi-end in cucina, in casa.
Da ascoltare mente peli le cipolle o friggi le patate e sta andandola ventola aspira-fumo, poi squillano il telefono o il citofono, e intanto leggi le notizie della giornata su internet...

Se la musica mi piace, lo fa in qualsiasi modo venga riprodotta.
E non so davvero come si faccia ad apprezzarne la qualità, con ascolti così forzatamente distratti, per cui va bene persino l'impianto di serie.

A meno che, come il 90% degli utenti di impianti hi-fi, quello che interessa non sia sentire *l'impianto*, in realtà, e non la musica.
Su questo non sono d’accordo Andrea.... io anche nei piccoli spostamenti di 5/10 minuti (quando vado a lavoro o a trovare mia madre per esempio) ascolto la mia musica e spesso mi canto a squarciagola morrisey o jeff buckley (due a caso che piacciono anche a mio figlio, ed infatti cantiamo insieme come due scemi XD )....
Non ascolto l’impianto (anche perché gli ampli non arrivano nemmeno in temperatura) ma ascolto proprio ciò che mi da piacere all’ascolto...

Ovvio che se vado al supermercato a 1km da casa, nemmeno accendo.... o metto giustamente la radio.... ed altrettanto ovvio che se ho tempo mi prendo un oretta per ascoltarmi qualcosa di più “audiophile” (ma nemmeno troppo.... deve comunque piacermi oltre che essere registrato bene) :)
PIONEER SPH DA120 optical out
///ALPINE PXA H800
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W600
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
Dude
Supertweeter
Messaggi: 5947
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LHDC

#69

Messaggio da Dude »

Alessio Giomi ha scritto:
3 nov 2020, 21:34
se ho tempo mi prendo un oretta per ascoltarmi qualcosa di più “audiophile” (ma nemmeno troppo.... deve comunque piacermi oltre che essere registrato bene) :)
Appunto. ;)
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 5927
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: LHDC

#70

Messaggio da ozama »

La soluzione migliore per il wireless, è basare lo streaming sul wi-fi anzichè sul Bluetooth.
Smartphone connesso ad un render DLNA collegato al DSP in digitale. :yes:
Ci sono diverse interfacce di questo tipo. E anche moduli per alcuni DSP. O anche un Raspberry, come sta sperimentando @The_Bis .
E sei sicuro che quello che infili nel canale radio passa.
Ma la cosa migliore è un player dedicato. Io stesso ho rinunciato ad usare il telefono. Troppo scomodo. Punto. -.- Poi, fate voi. ^^
Ciao! :)
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Dayton Audio PS95-8
Amplificatore Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
stesax
Coassiale
Messaggi: 61
Iscritto il: 13 ott 2019, 22:07
Località: Firenze- Vald'arno

Re: LHDC

#71

Messaggio da stesax »

Dude ha scritto:
3 nov 2020, 21:11
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 20:31
Dude ha scritto:
3 nov 2020, 19:51

Se scendi e sali dall'auto 10/20 volte al giorno, per cui fai brevi spostamenti, se sei una persona anche appena appena "normale", non attacchi e stacchi ogni santa volta tutta la marèna, ma l'impianto lo tieni o spento o sulla radio o cmq non dai peso all'ascolto, non usando la sorgente hi-res.
Oppure su quell'auto non installi un impianto di pregio (se quell'auto prevede di fare solo piccoli spostamenti).
Quindi qualora usi l' auto per piccoli spostamenti o magari per lavoro e devo fare tante visite in un giorno è meglio ascoltare la radio con quella musica di merda che ultimamente passano, che la mia musica preferita strimmata da un ottimo smartphone in un buon ricevitore con una qualità decisamente superiore...

Scusami non ti tiro una madonna perchè non è educato, ma questo te lo dedico ugualmente


https://www.youtube.com/watch?v=FWvcYUGj41o
Come preferisci.

Ma per me, ascoltare MUSICA è un fatto serio.
Francamente, di sentire 5 minuti di musica e poi scendere, e poi risalire, sentirne altri 5 e via discorrendo, non interessa, dal punto di vista della qualità di riproduzione.
Se voglio anche quella, la riservo ad ascolti a cui possa dedicare la giusta attenzione, che non c'è, forzatamente, quando salgo e scendo di continuo.
Sarebbe come mettere un impianto hi-end in cucina, in casa.
Da ascoltare mente peli le cipolle o friggi le patate e sta andandola ventola aspira-fumo, poi squillano il telefono o il citofono, e intanto leggi le notizie della giornata su internet...

Se la musica mi piace, lo fa in qualsiasi modo venga riprodotta.
E non so davvero come si faccia ad apprezzarne la qualità, con ascolti così forzatamente distratti, per cui va bene persino l'impianto di serie.

A meno che, come il 90% degli utenti di impianti hi-fi, quello che interessa non sia sentire *l'impianto*, in realtà, e non la musica.

OK dude, credo di aver capito quello che vuoi dire!

E' una cosa che personalmente ho vissuto una quindicina di anni fa o forse di più.

Tu vivi le tue sedute di ascolto come immerso nella musica, giusto, e in quei momenti sei completamente disconnesso dal resto, esisti solo te e la musica che ti circonda.

Capisco bene, e, per goderti questi momenti, non puoi lasciare niente al caso, ti devi fidare ciecamente del tuo sistema audio, ( magari farà schifo, ma per te suona ), e se solo hai un dubbio anche su una scemenza, ecco che questa alchimia, questa immersione non funziona più, non arriva.

A me succedeva quando avevo in testa anche una solo modifica leggera al xover passivo.....oh, potevo ascoltare anche 10 ore, la musica non riusciva a conquistarmi.

Molti mi chiedevano perchè non avessi realizzato un impianto home, la risposta era molto semplice; in casa non avrei mai avuto la stessa sensazione di privacy, che avevo quando chiudevo lo sportello.

Quindi capisco benissimo che, per goderti questa magia, mentalmente, non puoi certo accettare l' idea che qualcosa potrebbe mancare.

Di sicuro questi sistemi non sono per adesso rivolti a chi come te vive gli ascolti in auto in maniera quasi onirica, magari sono rivolti ad un pubblico più di "bocca buona", passami il termine.

Un ultima cosa, sono quasi convinto che te :

1) non tolleri gli amplificatori in classe D
2) non vedi di buon occhio i DSP
3) gli amplificatori di riferimento sono i classe A, meglio se valvolari.

Bada bene, non ti stò dando di talebano, ma queste 3 cose, sono le cose che, mentalmente, meno alterano il messaggio musicale in una catena audio.
Avatar utente
Dude
Supertweeter
Messaggi: 5947
Iscritto il: 3 gen 2013, 10:48
Località: Camogli

Re: LHDC

#72

Messaggio da Dude »

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 22:18
OK dude, credo di aver capito quello che vuoi dire!

E' una cosa che personalmente ho vissuto una quindicina di anni fa o forse di più.

Tu vivi le tue sedute di ascolto come immerso nella musica, giusto, e in quei momenti sei completamente disconnesso dal resto, esisti solo te e la musica che ti circonda.
Si e no.
Cioé, ho anche questi "momenti", ma purtroppo sono davvero rari, per mille motivi che credo sia superfluo stare a spiegare.
E in auto, certamente ci si può concentrare sulla musica, ma non come in casa, se no...

Ma fin qui più o meno c'eri.

Da qui in poi invece non più.
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Capisco bene, e, per goderti questi momenti, non puoi lasciare niente al caso, ti devi fidare ciecamente del tuo sistema audio, ( magari farà schifo, ma per te suona ), e se solo hai un dubbio anche su una scemenza, ecco che questa alchimia, questa immersione non funziona più, non arriva.
No.
Questo approccio ce l'avevo anch'io molti anni fa, ma è passato, ampiamente.
Anche tu sei piuttosto "fresco" di forum, quindi non hai avuto troppo modo di imbatterti in miei post dove spiego come ascolto.

*Oggi*, la scemenza non mi fa (quasi) né caldo né freddo.
Potresti dire che io sia diventato "di bocca buona", ma non è in alcun modo così, pur se all'occhio dell'audiofilo classico invece risulterò proprio in tal modo.

Ho messo definitivamente dietro le spalle le menate sulle sottigliezze, così come non ho più alcuna passione per la favola del sound-stage, perché (è questo è oggettivo) non è realistico.
Il "grande passo" l'ho consumato quando ho ri-cominciato ad andare con frequenza a concerti e, allo stesso tempo ho ripreso a suonare dal vivo.

Le due cose hanno definitivamente disintegrato a quel punto ormai anche le poche residue fisime che mi restavano sull'hi-fi estrema.

Dammi un fronte compatto, ben frontale e dalla timbrica corretta e gradevole e io sono totalmente a posto.
Sarò ancora interessato a eventuali upgrade, ma sempre e solo sui parametro qua sopra citati.

Della posizione degli strumenti sulla scena non può più fregarmene di meno, così come della loro eventuale "mobilità", perché *ascoltando la musica*, non sentirò questi dettagli.
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
A me succedeva quando avevo in testa anche una solo modifica leggera al xover passivo.....oh, potevo ascoltare anche 10 ore, la musica non riusciva a conquistarmi.
Nonono, a me la musica conquista anche dall'altoparlante del telefono, se mi piace.
Non mi serve realmente di sentirla bene.
Poi chiaro, se la sento *anche* bene, meglio ancora, ci mancherebbe.
E se la posso sentire MOLTO bene, non mi tiro indietro, ma non passerò mai più un solo minuto della mia esistenza a cercare irrilevanti peli nelle uova.

Ripeto, ***peli nelle uova***, non significa che mi stia bene qualsiasi schifezza.
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Quindi capisco benissimo che, per goderti questa magia, mentalmente, non puoi certo accettare l' idea che qualcosa potrebbe mancare.
Fermi restando i "distinguo" fatti finora, qui posso più o meno concordare.
Il "più o meno", tuttavia, inquadra il punto della questione.
Semplicemente non trovo sensato castrare alla base l'impianto, quando ciò può essere evitato con la mera installazione di un cavo.
E questo per me vale per qualsiasi livello di impianto.
Lo trovo equivalente al famigerato tagliarlsi le balle per fare dispetto alla moglie.
Alla stessa maniera in cui trovo insensati - e truffaldino dal parte dei costruttori - i DSP amplificati plug & play da attaccare all'ISO a cruscotto.

Pagare un prodotto da "10" per installarlo limitato come se fosse da "5": ma che senso ha?
Tanto vale andare direttamente sul livello "5".

Poi sono d'accordo che lo stream BT non causerà problemi di soddisfazione alla stragrande maggioranza dell'utenza hi-fi car, ma temo che non significhi granché, considerato che quella stragrande maggioranza usa l'impianto solo per sentire basse frequenze e musica che non vale la spesa di quasi qualsiasi impianto che vada oltre l'oem (no, non è snobismo; è vero, detesto tutta la musica mainstream attuale, con particolare disprezzo per reggaeton e trap, ma il punto è che quella roba non ha contenuti armonici tali da richiedere chissà che centrali atomiche per riprodurli; sì, ci sono a volte bassi estremi, ma per quelli, e per le orecchie dei reolativi ascoltatori, basta qualsiasi telone in cassa sufficientemente grossa e amplificazione dozzinale)

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Di sicuro questi sistemi non sono per adesso rivolti a chi come te vive gli ascolti in auto in maniera quasi onirica, magari sono rivolti ad un pubblico più di "bocca buona", passami il termine.
Te lo passo senza riserve.
Così come questo tipo di utenza, a mio parere, potrebbe tranquillamente evitare di venire sui forum (di nuovo, non è snobismo, è che tanto non sono interessati, e tutte le info che desiderano su questo tipo di sistemi la trovano più facilmente, rapidamente e senza discussioni su faccialibro).
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Un ultima cosa, sono quasi convinto che te :

1) non tolleri gli amplificatori in classe D
Falso.
Non ne ho mai ascoltato uno, quindi peccherei di pregiudizio.
Per ora non sento il bisogno di provarli, ma non significa che non li tolleri.
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
2) non vedi di buon occhio i DSP
Falso anche questo, e qui dovresti essere invece già un po' più consapevole di come la penso, abbiamo partecipato attivamente entrambi a un topic al proposito.
In realtà, nutro molto interesse per i DSP e per le loro prerogative di elaborazione del suono, ma li considero in maniera diversa a seconda del campo di utilizzo.
Nel car-audio, la mia posizione circa i DSP è fondamentalmente di disinteresse, almeno relativamente alle ragioni per cui vengono oggi portati sugli scudi in questo settore.
Mentre li considero eccome, e li utilizzo, per suonare e lavorare con il mio home studio.
Quindi, come vedi, nessun pregiudizio.
stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
3) gli amplificatori di riferimento sono i classe A, meglio se valvolari.
Nonono.
Gli amplificatori di riferimento, per me, sono quelli che mi danno soddisfazione su quegli aspetti descritti più sopra.
Potranno essere valvolari, a stato solido, in classe A, AB o anche D, per quel che mi riguarda.
Se c'è una cosa che NON faccio, è fermarmi alle sigle.
E in oltre 40 anni di pratica hi-fi, sia home che car, ne ho provati " 'na certa cifra", il che mi consente di dire che... "DIPENDE".

;)

stesax ha scritto:
3 nov 2020, 16:33
Bada bene, non ti stò dando di talebano, ma queste 3 cose, sono le cose che, mentalmente, meno alterano il messaggio musicale in una catena audio.
Temo di non averla capita, questa. :slow:
Io sono per lo ius culturae al contrario.
Al primo "se io avrei" vai fuori dai [email protected]
Avatar utente
The_Bis
Subwoofer
Messaggi: 498
Iscritto il: 3 mar 2020, 21:55
Località: Vicenza

Re: LHDC

#73

Messaggio da The_Bis »

Questo thread sta andando nella "solita direzione" del: "se non ci mettiamo d'accordo allora abbiamo tutti ragione..."

Mi spiace ma la storia del non è apprezzabile in auto non regge... Potete ricamarci sopra quello che volete.

Attenzione, come dalla mia prima risposta, non ne faccio una questione economica tantomeno di BT. Se l'impianto è curato al fine di suonare HD suonerà HD. Se parto dal presupposto che tanto ascolterò BT non ha senso di costruire il resto con standard di un certo tipo.

Ma leviamo dall'equazione che per avere una catena in grado di suonare in HD bisogna spendere tanto. Non è vero, è solo questione di compromessi. Piú o meno compatibili con le modalità operative "tipo BT" ma sicuramente non servono migliaia e migliaia di euro.

Se poi vogliamo condizionare tutto al fatto che LHDC sia meglio del BT standard, ok vero. Se vogliamo farne una questione di si sente o non si sente la differenza la risposta è si sente ma dipende dalla qualità generale della catena audio.

👍
Rispondi

Torna a “Musica Liquida & Alta Risoluzione”