Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

Rispondi
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1124
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#1

Messaggio da Etabeta » 1 dic 2019, 14:24

Riguardo l'amplificatore in oggetto, Linear Power 952, sono poche le informazioni tecniche reperibili sul web, se non qualche dato generico.
Da questo punto di vista non aiuta molto nemmeno la lettura del manuale utente disponibile sul sito del produttore:
https://linearpower.com/952.html (link diretto la manuale pdf: https://linearpower.com/files/952.pdf)
Notare che esistono due varianti/versioni: il 952 (oggetto di questo thread) e il 952IQ dove "I" sta per "Inverted Channel" e "Q" per "Quiet", su questi aspetti approfondisco poco più avanti.
Per chi non lo sapesse si tratta di amplificatori commercializzati verso la metà degli anni '80 fino ai primi anni '90 dalla casa USA Linear Power appunto.
I dati comuni (sia per la versione "base" che "IQ") essenziali:
  • potenza continua nominale per canale: 45,7Wrms (4ohm, 2 canali, alim.12,5V)
  • thd a potenza nominale: 0.05%
  • impedenza gestita: 4ohm-2ohm
  • sensibilità: 150mV~5V
Sia lo stadio di alimentazione (survoltata non regolata) sia i finali audio utilizzano bipolari TIP35/TIP36, molto diffusi sia allora (moltissimi Zapco "old school" utilizzano questi transistor nei finali) ma anche oggi.
Una particolarità della sezione di alimentazione è che l'avvolgimento secondario del trasformatore toroidale ha due punti di uscita selezionabili (tramite connessioni faston saldate sullo stampato sui quali innestare appositi connettori che vanno poi al ponte diodi, vedasi foto inserite più avanti) a seconda che si utilizzino diffusori a 4ohm o 2ohm ciò per evitare di saturare l'alimentatore quando utilizzato su carico 2ohm (o 4ohm a ponte).

DIFFERENZE TRA VERSIONE "BASE" e "IQ"
Come già detto "i" sta per "Inverted Channel" e "Q" per "Quiet",
partendo da "quiet"/"silezioso" molto semplicemente la versione IQ (del 952 come di altri modelli Linear Power siglati in questo modo) è dotato di circuito di "muting" (ovvero "anti-bummp") basato su relè subito a ridosso delle uscita altoparlanti, la versione "base", che non ne è dotata, emette quindi un leggero (o meno leggero a seconda dei punti di vista diciamo) "bump" all'accensione/spegnimento. Su questo aspetto, e su come mi è stato possibile mitigarlo, tornerò più avanti.
Un pò più complesso da descrivere è il concetto di "Inverted Channel" ovvero "canale invertito", per il quale faccio una breve premessa per chi non è più di tanto addentro ai concetti tecnici.

CONCETTI BASE DELL'AMPLIFICAZIONE "A PONTE"
Al fine di riuscire ad erogare una potenza maggiore, a parità di impedenza di carico, un amplificatore (se è predisposto a ciò) può essere configurato "a ponte" ("bridged mode" appunto) il che consiste nel far funzionare il finale di un canale in controfase (quindi con segnale inverito) rispetto all'altro, amplificando uno solo dei due canali stereo in ingresso, ottenendo quindi una differenza di potenziale applicata al carico doppia rispetto a quella raggiungibile da un solo finale. Più precisamente nella configurazione stereo normale il carico (ovvero il diffusore) di un dato canale è connesso tra il "polo caldo" del finale del canale amplificato e massa mentre nella configurazione "a ponte" è connesso tra "il polo caldo" del canale che amplificare il segnale in fase e il "polo caldo" dell'altro finale che amplifica lo stesso segnale ma in controfase, da qui appunto il termine "ponte" (ponte tra due finali/rami di amplificazione).
Essendo la potenza direttamente proporzionale al quadrato della tensione applicata, raddoppiando la tensione si quadruplica la potenza, ovvero (idealmente) la potenza erogabile a parità di carico di un amplificatore configurato a ponte è 4 volte la potenza del singolo canale (o 2 volte la potenza stereo naturalmente). Ciò però avviene idealmente appunto, in quanto in tale configurazione la corrente richiesta in erogazione dal singola canale raddoppia (ovvero l'impedenza di carico si dimezza) e quindi tutto dipende dalla capacità di erogare corrente dell'alimentatore e dai finali stessi.

Tornando al caso specifico dei Linear "base" e "IQ" nella versione "IQ" uno dei due canali (il Right) è sempre invertito in fase (ovvero il segnale applicato all'ingresso Right viene invertito nel preamplificatore prima di essere inviato allo stadio finale), quindi in funzionamento stereo normale, al fine di avere ovviamente i due canali con le fasi corrette, il diffusore Right dovrà essere connesso con i poli invertiti ovvero il "-" andrà al "polo caldo" del finale e il "-" alla massa audio, mentre nel funzionamento a ponte (quindi mono) occorrerà connettere il polo "+" del diffusore al polo "+" del finale Left (che è amplificato in fase) e polo "-" del diffusore al polo "+" del finale canale Right (che è amplificato in controfase).
Può aiutare in tale senso dare un'occhiata alle raffigurazioni dei collegamenti in uscita sul 952 e 952IQ, si noterà che appunto le serigrafie del canale Right sono appunto invertite.


Linear Power 952 "base" in configurazione stereo: i "poli caldi" dei finali coincidono con i due morsetti "+" delle uscite
Linear Power 952 "base" in configurazione stereo: i "poli caldi" dei finali coincidono con i due morsetti "+" delle uscite
Linear Power 952 connessione stereo.png (48.22 KiB) Visto 161 volte

Linear Power 952iQ in configurazione stereo: il finale Right ha le serigrafie invertite (quello marchiato "-" è il "polo caldo" invertito in fase e quello "+" è la massa audio), ciò al fine di ottenere la corretta riproduzione in fase del canale nel funzionamento in stereo.
Linear Power 952iQ in configurazione stereo: il finale Right ha le serigrafie invertite (quello marchiato "-" è il "polo caldo" invertito in fase e quello "+" è la massa audio), ciò al fine di ottenere la corretta riproduzione in fase del canale nel funzionamento in stereo.


Notare che (a quanto pare, dò questa informazione con riserva, visto che il manuale utente è piuttosto lacunoso e non ho maneggiato la versione IQ, mi baso sulle info/immagini raccolte) il 952IQ non è dotato di switch/selettore stereo/bridged o stereo/mono per cui, collegando a ponte un diffusore, se inviamo un segnale stereo in ingresso verrà riprodotta la componente monofonica (ovvero ciò che nel segnale è in fase su entrambi i canali, essendo che le componenti in controfase si annullano per via dell'inversione di fase sul canale Right), tipicamente comunque si invierà lo stesso segnale agli ingressi Left/Right tramite cavo rca a Y.


Linear Power 952iQ in configurazione a ponte
Linear Power 952iQ in configurazione a ponte
Linear Power 952 "base" in configurazione a ponte: notare che le connessioni sono identiche a quelle previste per il 952iQ
Linear Power 952 "base" in configurazione a ponte: notare che le connessioni sono identiche a quelle previste per il 952iQ

Sempre riguardo la configurazione mono/ponte, il 952 "base" ha un selettore (accessibile togliendo il coperchio, quindi non dall'esterno) che prevede 2 posizioni:
  • STEREO ovvero segnale amplificato in fase sui rispettivi canali (quindi a differenza della versione IQ i "poli caldi" dei finali sono connessi effettivamente ai "+" dei diffusori)
  • MONO ovvero segnale del solo canale Left amplificato rispettivamente in fase sull'uscita finale Left e in controfase sull'uscita fanale Right
NOTA IMPORTANTE RIGUARDO IL FUNZIONAMENTO IN MONO/BRIDGE DEL 952 "BASE": nel manuale del Linear 952 "base" non c'è alcun riferimento a tale selettore "stereo/mono", anzi, nel paragrafo "Operation in bridged mode" (pag.6) si dà un'indicazione forviante: "The Model 952 © amplifier must use an external pre-amp or crossover to be used as bridgeable amplifiers. One channel of the inputs of this amplifier must receive an inverted signal in order to have the needed inverted signal on one channel at the output." mentre invece non viene appunto menzionata la presenza dell'apposito selettore mono/stereo che ha appunto il preciso scopo, nella posizione "mono" di attuale la configurazione a ponte con segnale dell'ingresso Left amplificato invertito di fase sul finale Right.
Personalmente trovo un pò sconcertante che, a distanza di tanti anni, sul sito Linear Power sia pubblicato un manuale (seppur relativo a prodotto non più commercializzato) così lacunoso e inesatto e tenete conto che alla Liner ne sono a conoscenza loro stessi, del fatto che il manuale è inesatto, a quanto appreso via email dall'amico, e proprietario dell'ampli (anzi degli ampli, sono 2 gemelli uno "oro" l'altro viola) che li ha affidati alle mie cure, @pericleromano che aveva già contattato il supporto Linear via email "information may not be 100% correct" :hmm: e se lo dice il costruttore... (poi.. per carità, sono passati 30 anni e quindi alla Linear non sarà forse presente più nessuno di quel periodo).
L'equivoco di fondo che si crea è l'errata deduzione che la versione non iQ non possa, autonomamente, essere configurata a ponte, così invece non è, cioè la versione 952 "base" può benissimo essere configurata a ponte in quanto, tramite il selettore mono/stereo si può configurare in modalità invertente/contorfase il canale Right! Anzi, a voler essere proprio pignoli il VANTAGGIO della versione "base" rispetto alla versione iQ è che in funzionamento stereo entrambi i canali processati identicamente in fase dall'ingresso fino all'uscita e ciò garantisce, idealmente, maggiore coerenza tra i due canali (rispetto ad avere la preamplificazione in controfase fissa sul canale Right della versione iQ).

Trovandomi quindi di fronte a informazioni incomplete e discordanti e non essendo reperibile alcuno schema ho provveduto a ricostruire io "sul pezzo" lo schema della sezione pre, proprio per capire, una volta per tutte come stanno le cose e anche per capire come ottimizzare la regolazione di sensibilità (che ha un valore massimo molto molto elevato di 150Vm) e migliorare di conseguenza il rapporto segnale/rumore (il soffio in assenza di segnale è piuttosto elevato).


Ecco in allegato il pdf:
Linear Power 952 Kicad.pdf
Schema, ricostruito, della sezione di ingresso e preamplificazione del 952 "base"
(30.89 KiB) Scaricato 13 volte
Nota che non essendo presenti serigrafie sullo stampato i riferimenti dei componenti sono stai da me inseriti arbitrariamente.

Si nota che il circuito è centrato su un opamp doppio (un TL072). La configurazione del guadagno sull'opamp è fissa (22,3 piuttosto alto), la regolazione della sensibilità è tramite potenziometro doppio.
Il selettore stereo/mono permette di modificare la configurazione dell'opamp (U1A nello schema) da non invertente (con guadagno dato da 1+R103/R102) a invertente (con guadagno dato da -R103/R4 nella fattispecie unitario) oltre a commutare sull'ingresso di U1A l'uscita di U1B. Quindi in conclusione con il selettore su "mono" l'uscita del preamplificatore del canale Right è data dal segnale invertito in fase del canale Left, di pari livello, oh! ora è chiaro!
Ciò conferma che, smentendo ciò che è riportato nelle istruzioni del 952 "base", il selettore stereo/mono consente di realizzare appunto la configurazione a ponte in quanto configurabile in modalità invertente su un canale (quindi a rigor di logica il 952 "base" si sarebbe dovuto battezzare "952i" e ciò che differenzia sostanzialmente il 952 "base" e il 952iQ è solamente l'assenza del "quiet" ovvero del muting anti-bump.

NOTA IMPORTANTE: commutando il selettore su "mono" si nota che il cursore del potenziometro relativo al canale Right viene posto a massa, quindi se si utilizza questo ampli in configurazione mono è importante NON connettere nulla all'ingresso Right in quanto diversamente (in particolare ciò è importante se il potenziometro è tutto chiuso) si porrebbe in corto a massa la relativa uscita della sorgente lì connessa (e "stressando" anche C101).

Passando ora alla parte sostanziale, ovvero l'ottimizzazione del guadagno del preamplificatore, proseguendo l'analisi: a monte dell'opamp c'è il potenziometro doppio, che attenua il livello con un rapporto variabile tra 1 (sens. max) e 0,031 (sens. minima). Quindi il guadagno complessivo varia va da 22,3 (sens. max) a 0,69 (sens. min). Ciò che va notato è che (come tipicamente avveniva all'epoca, in cui vi erano sorgenti con livelli di uscita molto molto più bassi di quelle odierne) per ottenere una sensibilità max molto elevata (150mV) si realizza un guadagno molto elevato nella configurazione dell'opamp (22,3 pari a ben 27db) e quindi, pensando di utilizzarlo oggi abbinato a sorgenti/dsp con livelli di uscita di 3 o più volt (nel caso specifico sarà abbinato ad un dsp Audison bit one con uscita 4V) la configurazione sarebbe decisamente poco efficiente ovvero potenziometro in ingresso regolato verso sens. minima (quindi massima attenuazione) seguita da opamp con elevato guadagno con risultato decisamente non ottimale sul fronte del rapporto segnale/rumore (tantè che il "soffio" è ben presente, sia per l'elevato guadagno sia per le qualità non proprio eccezionali del TL072).
Armato di calcolatrice, partendo da nuovi valori desiderati di sensibilità massima di 1V e minima di 10V, calcolo i nuovi valori di R2 e R102 (per variare il guadagno dell'opamp) e R1 e R101 (per variare il range di attenuazione del partitore sul quale agisce il potenziometro). Nel pdf ho riportato tutti i valori.

Ecco le misure rilevate dopo la modifica.
Ch. Left, sens. max.
Ch. Left, sens. max.
Ch. Left, sens. min.
Ch. Left, sens. min.
Ch. Right, sens. max.
Ch. Right, sens. max.
Ch. Right, sens. min.
Ch. Right, sens. min.
Valori quasi esattamente coincidenti tra i due canali al netto del fisiologico margine di tolleranza del potenziometro doppio e secondo quando previsto nel calcolo teorico. Molto bene!
Anticipo già che nella prova d'ascolto ora l'ampli e sileziosissimo, al punto tale da poter distinguere la presenza o meno del rumore di fondo (nelle pause tra una traccia e l'altra) di alcuni brani masterizzati in ADD rispetto ad altre DDD.
Notare inoltre che l'uscita dei due canali, nella configurazione stereo, è sempre in fase.
Se invece si va a commutare il selettore da stereo a mono ecco che il canale Right va in controfase, come è giusto e necessario che sia per la configurazione a ponte.
Segnale di uscita dei due canali con selettore su "mono", in giallo il Left, in azzurro il Right (che è in controfase) in rosso la differenza di potenziale tra i due segnali.
Segnale di uscita dei due canali con selettore su "mono", in giallo il Left, in azzurro il Right (che è in controfase) in rosso la differenza di potenziale tra i due segnali.
Riguardo l'opamp TL072 l'ho sostituito con un MC4580 (equivalente identico al più noto JRC4580 o anche RC4580 della Texas), sono arrivato a questa scelta (a parte per ottenere valori di distorsione più bassi e più basso rumore rispetto al TL072) dopo svariate prove (partendo da un OPA1642 e altri) al fine di ottenere di minimizzare il "bump" in uscita. Come ho detto prima infatti il 952 "base" non ha il muting (realizzato tramite relè nella versione IQ) e quindi (a meno di modificare fisicamente il tutto, cosa che ho escluso sia per motivi pratici sia per preservare l'originalità del prodotto evitando "accrocchi" posticci) la via seguita è stata minimizzare alla fonte il problema. Il "bump" infatti è causato principalmente dal segnale in uscita dal preamplificatore che si "scompone" generando un "gradino" sia nella fase di accensione che spegnimento in conseguenza del fatto che il livello di tensione sui due rami che alimentano l'opamp non sono più simmetrici (in quanto i condensatori sui due rami si caricano non seguendo identica curva). Opamp differenti "reagiscono" in modo differente essendo più o meno "suscettibili" (mi si passi il termine) a questo fenomeno. Il 4580 si comporta molto bene da questo punto di vista e infatti il "bump" è più che accettabile, direi assolutamente nella norma e simile a quanto ottenibile su amplificatori dotati di muting sulle uscite del preamp. Oltre a ciò naturalmente è un ottimo opamp per impiego audio, tantè che è presente sia in configurazione buffer che negli stadi di filtro e preamplificazione in apparati hi-end, sopratutto Japan (lo si trova in diverse realizzazioni Accuphase ad esempio).

Riguardo il recap non c'è molto di particolarmente interessante da dire, sono stati sostituiti come sempre tutti gli elettrolitici, tra l'altro in questo ampli il costruttore non ha concesso molto spazio (d'altronde la potenza non è particolarmente elevata) per le capacità di filtro nell'alimentazione (1x1000uF filtro ingresso, 4x470uF filtro secondario) per i quali ho utilizzato Nippon Chemi KZE a basso esr), nel percorso audio ho utilizzato i Nichicon KT.
L'apparenza però inganna, infatti all'ascolto la grinta non manca! Certo non si possono chiedere miracoli e l'impiego più adatto per questo ampli è pilotare midrange/tweeter (ma anche woofer che non siano troppo "duri" ovvero con una certa efficienza), sulle voci sono molto molto piacevoli (d'altronde sono molti i pareri concordi su ciò).

Ora qualche foto.
Linear Power 952 (oro) ext top.jpg
Il suo fratellino gemello viola
Il suo fratellino gemello viola
nota: qui sono visibili nuovi cavi alimentazione e remote (quest'ultimo ora BLU rispetto al decisamente "ambiguo" rosso rigato bianco originario.
nota: qui sono visibili nuovi cavi alimentazione e remote (quest'ultimo ora BLU rispetto al decisamente "ambiguo" rosso rigato bianco originario.
Panoramica a lavoro finito, ovvero con modifica al preamo, opamp sostituito e recap effettuato.
Panoramica a lavoro finito, ovvero con modifica al preamo, opamp sostituito e recap effettuato.
La sezione di preamplificazione, qui in foto i componenti originali con riportato i riferimenti relativi allo schema che ho tracciato e pubblicato in pdf nel post.
La sezione di preamplificazione, qui in foto i componenti originali con riportato i riferimenti relativi allo schema che ho tracciato e pubblicato in pdf nel post.
Sezione di preamplificazione ultimata: nuovi resistenze per modifica guadagno (tutte a film metallico 1%, sostituite anche R3 e R103 47k con identico volore) e nuovo opamp. Non essendo disponibile in formato dip, come praticamente il 95% degli opamp "moderni" ho utilizzato un adattatore.
Sezione di preamplificazione ultimata: nuovi resistenze per modifica guadagno (tutte a film metallico 1%, sostituite anche R3 e R103 47k con identico volore) e nuovo opamp. Non essendo disponibile in formato dip, come praticamente il 95% degli opamp "moderni" ho utilizzato un adattatore.
Panoramica, con ben visibile anche il selettore stereo/mono.<br />NOTA: questo è un secondo Linea 952 &quot;base&quot; di colore viola (ne ho &quot;curati&quot; 2 tra loro identici a parte il colore, uno oro e uno viola)
Panoramica, con ben visibile anche il selettore stereo/mono.
NOTA: questo è un secondo Linea 952 "base" di colore viola (ne ho "curati" 2 tra loro identici a parte il colore, uno oro e uno viola)
Cap. ceramici 0.1uF di disaccoppiamento alimentazione opamp, aggiunti per evitare il rischio di auto oscillazioni del nuovo opamp 4580 dotato di larghezza di banda più ampia del precedente TL072.<br />Nota: la &quot;rugosità&quot; di alcune sezioni dello stampato sono tipiche del processo di produzione dell'epoca, dovuto al processo di stagnatura, non perfettamente uniforme, seguita dall'applicazione del solder resist (la laccatura verde), al di là dell'aspetto estetico non è un difetto.
Cap. ceramici 0.1uF di disaccoppiamento alimentazione opamp, aggiunti per evitare il rischio di auto oscillazioni del nuovo opamp 4580 dotato di larghezza di banda più ampia del precedente TL072.
Nota: la "rugosità" di alcune sezioni dello stampato sono tipiche del processo di produzione dell'epoca, dovuto al processo di stagnatura, non perfettamente uniforme, seguita dall'applicazione del solder resist (la laccatura verde), al di là dell'aspetto estetico non è un difetto.
Scheda &quot;a nudo&quot; con i condensatori elettrolitici rimossi.
Scheda "a nudo" con i condensatori elettrolitici rimossi.
Dettaglio del secondario alimentazione con i nuovi condensatori, ben visibili anche i connettori faston per la configurazione 2 o 4ohm
Dettaglio del secondario alimentazione con i nuovi condensatori, ben visibili anche i connettori faston per la configurazione 2 o 4ohm

Mi pare di aver detto più o meno tutto, confido che queste informazioni tornino utili considerando appunto che del Linea Power 952 sul web non c'è molto (e di quel poco alcune informazioni sono pure discordanti).
Alla prossima! :)
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7036
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#2

Messaggio da Alessio Giomi » 2 dic 2019, 1:41

Notevole, come sempre......

Questa “mancanza” sulla configurazione “bridge” del manuale non la conoscevo.... e suppongo valga per una buona fetta di appassionati....
grande Luca!!
PIONEER SPH DA120 optical out
///ALPINE PXA H700
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf Macrom 59.17
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
Davide.HZ
Woofer
Messaggi: 1184
Iscritto il: 16 dic 2016, 10:51

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#3

Messaggio da Davide.HZ » 2 dic 2019, 12:57

Sempre bello vedere o tuoi lavori, specialmente su questi gioiellini, sono un estimatore del marchio e dei modelli in questione :)

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

synagryda
Subwoofer
Messaggi: 747
Iscritto il: 27 dic 2012, 9:21
Località: Oristano

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#4

Messaggio da synagryda » 2 dic 2019, 15:24

Grazie, Luca, spettacolare la tua passione!
Le passioni sono il lievito madre dell'esistenza.
megaing
Subwoofer
Messaggi: 330
Iscritto il: 15 set 2017, 16:42
Località: Val di Susa

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#5

Messaggio da megaing » 2 dic 2019, 16:10

Semplicemente ............ cattedratico!!!
Avatar utente
ozama
Tweeter
Messaggi: 4324
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#6

Messaggio da ozama » 2 dic 2019, 23:12

Gran bel lavoro, come sempre! :love:
Curioso il fatto della doppia presa sul trasformatore, con i fast-on sullo stampato! Ma non riesco a vedere i fast-on liberi.. :hmm:
Ciao! :)
Sorgenti: Fiat Uconnect DAB in analogico e iPhone XS Max connesso in USB->SPDIF
DSP amp. Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Dayton Audio PS95-8 + 2 x Audio System ADS5002 bridge, su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
pericleromano
Coassiale
Messaggi: 30
Iscritto il: 14 ott 2019, 18:54

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#7

Messaggio da pericleromano » 3 dic 2019, 0:19

Sono il fortunato possessore dei Linear ma consentitemi di dire di essere stato ancora più fortunato ad imbattermi in Luca.....
Chi mi conosce sa quanto sia avulso alle sviolinate o alla mielosità..... ma qui siamo a livelli imbarazzanti....
Luca non è solo una persona di una competenza stellare, una meticolosità ed una propensione allo studio che poche volte mi è capitato di incontrare...... unita ad una manualità e pulizia di esecuzione (anche nei più reconditi dettagli) impeccabili........ Luca è prima ancora una persona brava.... onesta, a modo..... che tratta le cose degli altri meglio di come fa con le proprie.......
Onorato di aver fatto la Tua conoscenza........
Grazie, dal più profondo del cuore!
Grazie

P.S.:
Mancherà un po alla prova di ascolto....... Vi informerò ma prendo per legge le ottime impressioni che ha avuto il maestro...
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1124
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#8

Messaggio da Etabeta » 3 dic 2019, 8:17

pericleromano ha scritto:
3 dic 2019, 0:19
Sono il fortunato possessore dei Linear ma consentitemi di dire di essere stato ancora più fortunato ad imbattermi in Luca.....
Chi mi conosce sa quanto sia avulso alle sviolinate o alla mielosità..... ma qui siamo a livelli imbarazzanti....
Luca non è solo una persona di una competenza stellare, una meticolosità ed una propensione allo studio che poche volte mi è capitato di incontrare...... unita ad una manualità e pulizia di esecuzione (anche nei più reconditi dettagli) impeccabili........ Luca è prima ancora una persona brava.... onesta, a modo..... che tratta le cose degli altri meglio di come fa con le proprie.......
Onorato di aver fatto la Tua conoscenza........
Grazie, dal più profondo del cuore!
Grazie

P.S.:
Mancherà un po alla prova di ascolto....... Vi informerò ma prendo per legge le ottime impressioni che ha avuto il maestro...
Grazie a te e a tutti per gli apprezzamenti così generosi, mi fa davvero piacere!
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1124
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#9

Messaggio da Etabeta » 3 dic 2019, 8:26

ozama ha scritto:
2 dic 2019, 23:12
Gran bel lavoro, come sempre! :love:
Curioso il fatto della doppia presa sul trasformatore, con i fast-on sullo stampato! Ma non riesco a vedere i fast-on liberi.. :hmm:
Ciao! :)
Hai ragione, nelle foto non si riescono a vedere bene i faston liberi (relativi alla configurazione 2ohm), qui sotto il dettaglio di un'altra foto un pò più chiara dove sono innestati nella configurazione 4ohm (notare "2" e "4" a ridosso dei terminali).
Linear Power 952 (viola) mod finito faston 2ohm.jpg
Linear Power 952 faston 2-4ohm.jpg
Linear Power 952 faston 2-4ohm.jpg (29.53 KiB) Visto 83 volte
Avatar utente
Davide.HZ
Woofer
Messaggi: 1184
Iscritto il: 16 dic 2016, 10:51

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#10

Messaggio da Davide.HZ » 3 dic 2019, 8:33

Anche il linear 2202 che ho malgrado ci siano i transistor to3 invece dei mosfet, utilizza lo stesso sistema con i fast on, credo sia una filosofia della casa ai tempi... Ottimo lavoro Luca

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk


lorddegio
Subwoofer
Messaggi: 379
Iscritto il: 22 nov 2013, 13:39

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#11

Messaggio da lorddegio » 3 dic 2019, 9:15

Mi unisco al coro di complimenti, bravo Luca!
A forza di leggere le tue analisi capisco di avere una conoscenza veramente limitata del funzionamento dei nostri amplificatori, ma è affascinante scoprire le particolarità dei vari modelli e costruttori raccontate con una dovizia di particolari assoluta.
Grazie ancora
Avatar utente
Antari
Coassiale
Messaggi: 25
Iscritto il: 26 gen 2015, 14:25

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#12

Messaggio da Antari » 3 dic 2019, 17:17

Sempre un piacere leggerti, articoli interessantissimi. Complimenti

Inviato dal mio POCOPHONE F1 utilizzando Tapatalk

tonini_mingoni
Coassiale
Messaggi: 19
Iscritto il: 27 mar 2013, 20:48

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#13

Messaggio da tonini_mingoni » 4 dic 2019, 8:08

Grazie EtaBeta, ottime spiegazioni...la cosa strana che non capisco è il mettere a gnd l'ingresso del canale right in configurazione a ponte...chissà...

Comunque, è bello vedere che in apparecchi, ritenuti mostri sacri dell'Hi-Fi, in realtà sono amplificatori con architetture circuitali normalissime e super collaudate con componenti normalissimi....ecco cosa può fare il marketing rispetto alle proprie orecchie....


Ciao


Fox

n.b. però sono begli oggetti di storia hi-fi.....
Avatar utente
Etabeta
sysadmin
sysadmin
Messaggi: 1124
Iscritto il: 13 apr 2018, 17:32
Località: Torino

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#14

Messaggio da Etabeta » 4 dic 2019, 10:30

tonini_mingoni ha scritto:
4 dic 2019, 8:08
la cosa strana che non capisco è il mettere a gnd l'ingresso del canale right in configurazione a ponte...chissà...
Ciao Fox,
il fatto che in configurazione mono/ponte l'ingresso del canale right venga messo a massa è una conseguenza del fatto che si tratta di una configurazione "minimalista" ovvero con unico operazionale (doppio, vedasi pdf dello schema allegato al primo post del thread, naturalmente è essenziale visionare lo schema aver chiara la struttura circuitale), in questo caso dovendo passare (per l'operazionale relativo al canale right) dalla configurazione non invertente (quando è in stereo) a invertente (quando è in mono/ponte) comporta il fatto di porre a massa l'ingresso non invertente del relativo opamp e da qui appunto la questione.
Per evitare la "messa a massa" (sembra un gioco di parole :D ) dell'ingresso Right si sarebbe dovuto introdurre nel circuito o un deviatore triplo (che interrompesse l'ingresso Right quanto in posizione mono/ponte) oppure dedicare un ulteriore operazionale in configurazione invertente per il canale Left e far commutare con il selettore (che porta il segnale al finale Right) non la configurazione dell'operazionale (come nella configurazione attuale) ma il solo segnale proveniente dall'opamp non invertente con ingresso Right nel caso di configurazione stereo oppure dall'opamp invertente con ingresso dal canale Left nel caso di configurazione mono/stereo.
In realtà il problema non si pone a livello pratico, basta saperlo e quindi se si utilizza questo ampli in configurazione mono/ponte non collegare nulla all'ingresso Right.
tonini_mingoni
Coassiale
Messaggi: 19
Iscritto il: 27 mar 2013, 20:48

Re: Linear Power 952: Modifica sensibilità e recap

#15

Messaggio da tonini_mingoni » 4 dic 2019, 16:30

Etabeta ha scritto:
4 dic 2019, 10:30
tonini_mingoni ha scritto:
4 dic 2019, 8:08
la cosa strana che non capisco è il mettere a gnd l'ingresso del canale right in configurazione a ponte...chissà...
a invertente (quando è in mono/ponte) comporta il fatto di porre a massa l'ingresso non invertente del relativo opamp e da qui appunto la questione.

Ho rivisto lo schema...giusto altrimenti non funziona.

Grazie
Rispondi

Torna a “Amplificatori”