Condensatore da un farad

Avatar utente
Armando Proietti
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 nov 2020, 19:58
Località: anversa degli abruzzi

Condensatore da un farad

#1

Messaggio da Armando Proietti »

Ho adocchiato un condensatore da un farad siccome ho una zona nel sottosedile libera vorrei istallarlo li mi spiegate come funzionano.
Avrei tre domande.

1) nel mio impianto con due Ampli uno da 65x4 rms e uno sr3 in cui uso solo il canale sub da 170 w rms su 4 e 340 avrei qualche beneficio.
Ho una batteria da 54 ampere nominali e l'alternatore carica 90 ampere

2) premesso che istallo il condensatori a 30 cm di distanza dal positivo del primo amplificatore e a 70 cm dal secondo. La resistenza di carico sul positivo serve a caricare il condensatore piano piano giusto? E una volta che il condensatore è carico va tolta?

3 dove devo istallare i fusibili? Uno alla batteria e uno verso ogni ampli?
Per adesso
Alpine UTE 93DAB modificata da Etabeta
Altoparlanti Audison AP2 e AP6.5 2ohm.
Subwoofer Focal 40V2
Amplificatori.Helix D Four per AP2 e AP 6.5
Audison SRx3 per il Sub in mono 2 ohm
Trattamento acustici STP.
In attesa di tempi migliori per un DSP3
Piano piano si fece Roma e ancora non è finita.
Avatar utente
mark3004
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4702
Iscritto il: 9 giu 2012, 23:02
Località: Georgia, USA

Re: Condensatore da un farad

#2

Messaggio da mark3004 »

Credo che qui nessuno lo usa, ed abbiamo assorbimenti ben maggiori del tuo impianto. Non avrai alcun beneficio, piuttosto risparmiali questi soldi ed al prossimo cambio batteria ne metti una piu' performante, decisamente piu' benefica del condesatore. ;)
Tuning in progress......
HU/DSP: Fiio M11 -> Helix Pro MkII
DRIVERS: (TW)Scan-Speak D3004/60200- (MID)Scan-Speak 10F/4424G00 - (WF) AD Vipera F6 - (SUB) Diyma R12
AMP TW/SUB: Zapco Z-150.4LX
AMP MID/WF: Zapco Z-150.4LX
Avatar utente
BrividoSonoro
Subwoofer
Messaggi: 285
Iscritto il: 16 gen 2013, 2:04

Re: Condensatore da un farad

#3

Messaggio da BrividoSonoro »

Si mette un fusibile entro i 20 cm dalla batteria, poi vicino agli amplificatori metterai un distributore di corrente con un fusibile per ogni cavo che esce per amplificatori o altri dispositivi.
Sorgente : CarPC, DSP software, Focusrite Saffire
tw : Sinfoni 45.2 su Vifa OX20SC00-04
md: HV16 su Tang Band w3-1878
wf : HV16 su Hivi m8a-1
sub : HV16 su Focal ouragan 33wx
... in via di completamento
Avatar utente
Funk
Woofer
Messaggi: 960
Iscritto il: 1 mag 2018, 12:16
Località: Leghorn (Italy)

Re: Condensatore da un farad

#4

Messaggio da Funk »

Ciao Armando Proietti,

Parlando della mia esperienza personale posso dirti che aver fatto installare un condensatore nella mia catena audio e risultato molto utile.

La Smart non consente di sostituire una batteria di dimensioni più grandi di una 60 ampere, ho solo potuto metterne una più efficiente dotata di uno spunto maggiore.

Tuttavia da quando ho installato un secondo finale dedicato al solo Subwoofer di 1kw, l’affiancamento di un condensatore ha contribuito non poco a una resa del finale più pronta in quei casi in cui c’è una massiccia e improvvisa, anche se breve, richiesta di corrente, lo si avverte soprattutto sulla gamma bassa che continua a rimanere ben articolata e stabile.

Se ti posso dare un consiglio, qualora tu decidessi di installare un condensatore, sceglilo di buona marca senza lesinare, altrimenti piuttosto non installarlo - imho.
Funk ;)
Alpine ILX-702D-SM-B / Hertz MPK 1650.3 / Mosconi One 80x4 / Mosconi One 1000.1D / Gladen RS-X 30 /
Connection Integrated Solution (1/F) / STP Black Gold
Immagine
Avatar utente
Darios
Tweeter
Messaggi: 3442
Iscritto il: 24 mag 2012, 23:19
Località: Ragusa

Re: Condensatore da un farad

#5

Messaggio da Darios »

Funk ha scritto: 16 gen 2021, 10:14 Ciao Armando Proietti,

Parlando della mia esperienza personale posso dirti che aver fatto installare un condensatore nella mia catena audio e risultato molto utile.

La Smart non consente di sostituire una batteria di dimensioni più grandi di una 60 ampere, ho solo potuto metterne una più efficiente dotata di uno spunto maggiore.

Tuttavia da quando ho installato un secondo finale dedicato al solo Subwoofer di 1kw, l’affiancamento di un condensatore ha contribuito non poco a una resa del finale più pronta in quei casi in cui c’è una massiccia e improvvisa, anche se breve, richiesta di corrente, lo si avverte soprattutto sulla gamma bassa che continua a rimanere ben articolata e stabile.

Se ti posso dare un consiglio, qualora tu decidessi di installare un condensatore, sceglilo di buona marca senza lesinare, altrimenti piuttosto non installarlo - imho.
Scusa, ma non è la stessa situazione... i tuoi 1000w con i suoi 170w... Dai...
e l'ampli fronte in classe D...
secondo me non serve!
Home

- P99RS
- Abola Envidia Classe A 20 -
- SB Acoustics Eka kit
Avatar utente
Darios
Tweeter
Messaggi: 3442
Iscritto il: 24 mag 2012, 23:19
Località: Ragusa

Re: Condensatore da un farad

#6

Messaggio da Darios »

Armando Proietti ha scritto: 15 gen 2021, 22:17 Ho adocchiato un condensatore da un farad siccome ho una zona nel sottosedile libera vorrei istallarlo li mi spiegate come funzionano.
Avrei tre domande.

1) nel mio impianto con due Ampli uno da 65x4 rms e uno sr3 in cui uso solo il canale sub da 170 w rms su 4 e 340 avrei qualche beneficio.
Ho una batteria da 54 ampere nominali e l'alternatore carica 90 ampere
Devi vedere lo spunto 54 ampere, ma di spunto?

Il condensatore comunque l'energia la prende sempre dalla batteria :D

se lo spunto è sui 540 ampere va bene... è una batteria performante
se è minore, tipo 300-400 di spunto, prima cambia la batteria!
Armando Proietti ha scritto: 15 gen 2021, 22:17
2) premesso che istallo il condensatori a 30 cm di distanza dal positivo del primo amplificatore e a 70 cm dal secondo. La resistenza di carico sul positivo serve a caricare il condensatore piano piano giusto? E una volta che il condensatore è carico va tolta?
30cm quale, ampli sub o ampli fronte ?

meglio metterlo vicino a quello del sub, in questo caso, 30cm quello del sub e 70cm quello del fronte...
Home

- P99RS
- Abola Envidia Classe A 20 -
- SB Acoustics Eka kit
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 6463
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Condensatore da un farad

#7

Messaggio da ozama »

Io ho una Panda a metano col 2 cilindri twin air, con una batteria da 30 A/h. È la originale, dopo 4 anni. E c'è l'impianto da 4 anni.. ^^ E mi tocco i maroni.. :D
E mi ha lasciato a piedi una volta, solo durante la taratura da @The_Bis , qualche mese fa', perché abbiamo tenuto acceso il quadro più di mezz'ora. X3
Ho un finale da 4 X 70 W RMS in classe D, che lavora su 3 ohm su due canali e su 8 per gli altri due canali. Ed un finale da 270 x1 su 4 ohm e 540 su 2 ohm, sempre classe D, che lavora su circa 3,5 ohm "effettivi".
Occhio che conta MOLTO l'impedenza effettiva su cui lavorano i finali, perchè a bassa impedenza scorre più corrente, dato che la tensione di uscita è quella imposta dal segnale di pilotaggio, in rapporto a quella fornita dal survoltore. Quindi, dalla potenza nominale dell'amplificatore. P = V x I..
E non ho nessun condensatore. :)
Gli amplificatori assorbirebbero meno di 30 Amper l'uno, nel momento nel quale dovesse essere richiesta contemporaneamente a tutti i finali la massima potenza (test di ACS sull'AP4d, mio ampli ma in versione senza DSP: 27 Amper tutto a manetta, in continua su 4 ohm, 79 W/canale circa, su 4 canali). Condizione che è impossibile che si verifichi, tranne che non decida di riprodurre una traccia di rumore bianco incisa a "O db", con il volume a canna. E se lavorasse su 4 ohm anche dove ora lavora su "8". Cosa che probabilmente farebbe fuori gli altoparlanti in pochi secondi.. XD
Secondo me, meglio spendere i soldi in un ampli migliore, piuttosto che in un condensatore, se le potenze in gioco sono queste.. ^^
Non a caso c'è stato il "periodo" dei condensatori. Poi sono pressochè spariti dagli impianti "SQ".
Il condensatore assicura la "botta" una volta, poi deve ricaricarsi. Quindi, anche per il "tunz tunz" non è molto indicato. Non c'è il tempo per ricaricarlo a livello, tra un "tunz e l'altro", secondo me. Tranne che non hai una bassissima impedenza tra la batteria ed il condensatore. Ovvero: un cavo di alimentazione dimensionato per supportare gli amplificatori e ANCHE il condensatore. Non il contrario. :)
Perchè il condensatore ha un tempo di ricarica che vale se quando è nel momento della risalita ha a disposizione "tutta la corrente che vuole". ALTRIMENTI, progressivamente (nel giro si qualche "tunz" a manetta) si livella, e non serve più.
Inoltre, la pratica totalità degli amplificatori CAR ha un canale invertito di fase (poi logicamente ripristinato in uscita attraverso la serigrafia invertita sui morsetti) per poter essere usato in "bridge" semplicemente prelevando il segnale tra i due positivi reali (che saranno il + di un canale ed il - dell'altro, sulla serigrafia), alimentando entrambi i canali in ingresso. E questo espediente ha come effetto collaterale di alternare le richieste di corrente all'alimentatore, tra una semi onda e l'altra, tra i due canali. Cosa che permette di ricaricare i condensatori (interni all'ampli..) nella metà del tempo, quindi ridurre il ripple. E rende ancora meno "utile" l'apporto di un condensatore esterno e dandogli anche meno tempo per la ricarica, perchè l'assorbimento impulsivo tra i "tunz" raddoppia di frequenza e cala di intensità.
Questo naturalmente è il mio pensiero eh.. ^^
È supportato da un ragionamento tecnico. Non ho esperienza "uditiva" su un numero di casi sufficiente per poter trarre conclusioni ad orecchio. :hmm:
Ciao! :)
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
Darios
Tweeter
Messaggi: 3442
Iscritto il: 24 mag 2012, 23:19
Località: Ragusa

Re: Condensatore da un farad

#8

Messaggio da Darios »

ozama ha scritto: 16 gen 2021, 11:59
Il condensatore assicura la "botta" una volta, poi deve ricaricarsi. Quindi, anche per il "tunz tunz" non è molto indicato. Non c'è il tempo per ricaricarlo a livello, tra un "tunz e l'altro", secondo me. Tranne che non hai una bassissima impedenza tra la batteria ed il condensatore. Ovvero: un cavo di alimentazione dimensionato per supportare gli amplificatori e ANCHE il condensatore. Non il contrario. :)
Perchè il condensatore ha un tempo di ricarica che vale se quando è nel momento della risalita ha a disposizione "tutta la corrente che vuole". ALTRIMENTI, progressivamente (nel giro si qualche "tunz" a manetta) si livella, e non serve più.
Più è alta la "capacità" più ci vuole a ricaricarsi,
infatti meglio 4 condensatori da 0.25 farad o 2 da 0.5, invece che uno solo da 1...

Ma secondo me nel suo caso non è necessario ;)
Home

- P99RS
- Abola Envidia Classe A 20 -
- SB Acoustics Eka kit
Avatar utente
Funk
Woofer
Messaggi: 960
Iscritto il: 1 mag 2018, 12:16
Località: Leghorn (Italy)

Re: Condensatore da un farad

#9

Messaggio da Funk »

Funk ha scritto: 16 gen 2021, 10:14 Scusa, ma non è la stessa situazione... i tuoi 1000w con i suoi 170w... Dai...
Infatti ho premesso che stavo parlando della mia esperienza personale relativamente alla mia catena audio,
e ribadisco che il condensatore nel mio caso ha apportato un beneficio più che positivo.

Mi guarderei bene quindi da indicarlo come un componente non indispensabile, da valutare quello si - imho.
Funk ;)
Alpine ILX-702D-SM-B / Hertz MPK 1650.3 / Mosconi One 80x4 / Mosconi One 1000.1D / Gladen RS-X 30 /
Connection Integrated Solution (1/F) / STP Black Gold
Immagine
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 6463
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Condensatore da un farad

#10

Messaggio da ozama »

@Darios Si, sono d'accordo, intatti. Sia sui pochi condensatori piccoli, che consentono di parallelizzare la corrente di carica, sia sul fatto che con le potenze in gioco non è necessario. :yes:

@Funk Certo. Io parlo per la mia esperienza, come te, e infatti il mio ragionamento è "tecnico" e comunque riferito alla situazione di assorbimenti totali che non arrivano a 60 Amper di picco. Dove, a mio parere, vale più la corrente di spunto della batteria ed il corretto (e abbondante) dimensionamento del cavo di alimentazione. :)

Ciao!
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
Mau++ro
Coassiale
Messaggi: 94
Iscritto il: 16 set 2019, 17:32

Re: Condensatore da un farad

#11

Messaggio da Mau++ro »

Io lo uso, sull amplificatore del sub, nonostante sia un 400w in classe D , trovo che vada meglio e anche a volume max non cè nessun calo con musica tunz tunz. ovviamente tutto dimensionato e messo a circa 20 cm dall amplificatore. poi sarà una mia impressione ma trovo che si senta piu pulito anche negli alti :D
Avatar utente
Armando Proietti
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 nov 2020, 19:58
Località: anversa degli abruzzi

Re: Condensatore da un farad

#12

Messaggio da Armando Proietti »

Allora io sono un pochino esagerato con i cavi ho un 50 mq e la batteria e 540 amper di spunto. Una normalissima batteria di qualità per auto. Mi ricordo che al epoca si usava un unita per ogni ampli. Io però non lo mai istallata perché avevo tre batterie per l'imoianto batterie da moto in auto separate con un nn mi ricordo come si chiamava che caricava le batterie separatamente. Una per ogni amplificatore praticamente a 15 cm dagli ampli zapco e orion che avevo. 😭😭😭😭 Tutti andati in fiamme. Avevo un bel hcca 280 😢😢😢💔💔💔
Per adesso
Alpine UTE 93DAB modificata da Etabeta
Altoparlanti Audison AP2 e AP6.5 2ohm.
Subwoofer Focal 40V2
Amplificatori.Helix D Four per AP2 e AP 6.5
Audison SRx3 per il Sub in mono 2 ohm
Trattamento acustici STP.
In attesa di tempi migliori per un DSP3
Piano piano si fece Roma e ancora non è finita.
Avatar utente
Armando Proietti
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 nov 2020, 19:58
Località: anversa degli abruzzi

Re: Condensatore da un farad

#13

Messaggio da Armando Proietti »

Comunque ozama io ho i medio bassi su 2 ohm e caccio 90 w Rms e un sub su 2 ohm e ne caccio 340 w rms in piu ho 2 canali liberi ma essendo un ampli tre canali.... Qualcosina consuma in più. In attesa di tempi migliori per metterci qualcosa di piu potente in classe AB O D vediamo.
Per adesso
Alpine UTE 93DAB modificata da Etabeta
Altoparlanti Audison AP2 e AP6.5 2ohm.
Subwoofer Focal 40V2
Amplificatori.Helix D Four per AP2 e AP 6.5
Audison SRx3 per il Sub in mono 2 ohm
Trattamento acustici STP.
In attesa di tempi migliori per un DSP3
Piano piano si fece Roma e ancora non è finita.
Avatar utente
ozama
Supertweeter
Messaggi: 6463
Iscritto il: 17 gen 2017, 18:10
Località: Copparo (Ferrara)

Re: Condensatore da un farad

#14

Messaggio da ozama »

Con quella batteria ed un cavo da 4 metri e 50mmq, secondo me non sentirai differenze.. :)
Certo, se li hai, mettili.. Ma se li devi comprare, io non ci spenderei 10 Euro, ecco.
Poi forse mi sbaglio. :hmm:
Ciao! :)
Sorgente: Pioneer DEH X8500 DAB modificata da Etabeta, collegata in SPDIF TosLink al DSP.
DSP/amplificatore Audison AP4.9bit su wf Hertz MP165P.3 e full range Faital Pro prototipo.
Amplificatore Audison AP1d su sub AudioTop 2x20cm in carico simmetrico.
Cablaggi per impianti elettrici e pin jack dorati per finta. :arr:
Avatar utente
mark3004
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4702
Iscritto il: 9 giu 2012, 23:02
Località: Georgia, USA

Re: Condensatore da un farad

#15

Messaggio da mark3004 »

Parere personale, scusate il francesismo ma per me sono pippe. Serve innanzitutto una OTTIMA batteria, perché alla fine anche il migliore dei condensatori prende corrente dalla batteria. Basta prenderne una Agm con uno spunto maggiore.
Io ho 2 ampli classie AB ognuno 150x4, di cui 2 canali ponte (circa 500w), e batteria leggermente maggiore rispetto l'originale. Problemi 0 e non mi pare che manchi qualcosa, nessuno sfarfallio dei fari o altre luci.
E non dimenticate che all'assorbimento massimo dichiarato non ci arriverete quasi mai.

Tuning in progress......
HU/DSP: Fiio M11 -> Helix Pro MkII
DRIVERS: (TW)Scan-Speak D3004/60200- (MID)Scan-Speak 10F/4424G00 - (WF) AD Vipera F6 - (SUB) Diyma R12
AMP TW/SUB: Zapco Z-150.4LX
AMP MID/WF: Zapco Z-150.4LX
Avatar utente
Armando Proietti
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 nov 2020, 19:58
Località: anversa degli abruzzi

Re: Condensatore da un farad

#16

Messaggio da Armando Proietti »

No nn ho i conddnsatori ma qui mi sembra che i pareri siano contrastanti. Chi li usa dice che si sente meglio chi non li usa dice che non servono.
Quindi in qualche modo è una questione di gusto.
Detto in parole semplici.
Ripeto io in passato facevo gare e molti li usavano pensavo che adesso erano diventati oggetti più necessari. Ho beccata un mio amico che ha un impianto da porte aperte un casinista lo chiamo io.
Nn li ha neanche lui ma in compenso ha tre batterie una per ogni finale che ha e una per la macchina è ha montato un alternatore molto piu grande e mi ha detto anche lui di spendere quei soldi per comprare al limite un alternatore piu prestante esistono alternatori che si montano al posto degli originali ma che cacciano piu corrente.
Ne sapete qualcosa voi... Io che smanetto con motori da quando sono ragazzino so che si possano montare alternatori piu grandi modificando le staffe e la cinghia cosa che ho fatto in passato. Ma che esistono identici ma piu performanti mai sentito parlare booo.
Per adesso
Alpine UTE 93DAB modificata da Etabeta
Altoparlanti Audison AP2 e AP6.5 2ohm.
Subwoofer Focal 40V2
Amplificatori.Helix D Four per AP2 e AP 6.5
Audison SRx3 per il Sub in mono 2 ohm
Trattamento acustici STP.
In attesa di tempi migliori per un DSP3
Piano piano si fece Roma e ancora non è finita.
Avatar utente
Alessio Giomi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9636
Iscritto il: 23 mag 2012, 21:14
Località: Toscana Val di Cornia
Contatta:

Re: Condensatore da un farad

#17

Messaggio da Alessio Giomi »

Potrei dire una cavolata ma un alternatore non deve essere più grosso se la batteria resta quella....
Credo sia inutile.
Mentre maggiorando la batteria potrebbe essere vantaggioso cambiare anche l'alternatore e metterne uno più "prestante"
PIONEER SPH DA120 optical out
HELIX DSP.3
Zapco Z150C2VX ______Sw RE10D4
Zapco Z220II_________ Wf AD W60
Zapco Studio 150______ Mr (Xtant xis 2.4 by morel)
Zapco Studio 100______ Tw (Xtant xis 2.4 by morel)
Avatar utente
Armando Proietti
Subwoofer
Messaggi: 387
Iscritto il: 24 nov 2020, 19:58
Località: anversa degli abruzzi

Re: Condensatore da un farad

#18

Messaggio da Armando Proietti »

Be io invece penso che a motore acceso la differenza ci sta perché mantiene la tensione più costante in alto e risente meno dei picchi di potenza assorbiti. E i finali dovrebbero erogare potenza avendo una tensione sempre ottimale.
Quindi qualche w om piu ma soprattutto quando servono il che secondo me fa la differenza. Ma anche io mi posso sbagliare perché elettrotecnica lo fatta troppi anni fa😭😭😭
Per adesso
Alpine UTE 93DAB modificata da Etabeta
Altoparlanti Audison AP2 e AP6.5 2ohm.
Subwoofer Focal 40V2
Amplificatori.Helix D Four per AP2 e AP 6.5
Audison SRx3 per il Sub in mono 2 ohm
Trattamento acustici STP.
In attesa di tempi migliori per un DSP3
Piano piano si fece Roma e ancora non è finita.
Avatar utente
mark3004
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 4702
Iscritto il: 9 giu 2012, 23:02
Località: Georgia, USA

Re: Condensatore da un farad

#19

Messaggio da mark3004 »

Alternatore maggiorato e batteria maggiorata vanno di pari passo. Una batteria leggermente più grande senza cambiare alternatore ci può stare, se troppo grossa l'alternatore non riuscirà mai a caricarla completamente e bene. Viceversa un alternatore sovradimensionato ha poco senso se non accompagnato da un comparto batterie equiparato, qualcosa in più la fa, ma visto il costo è poi uno spreco non accompagnarlo con batteria adeguata.

Inoltre è bene contestualizzare, nel caso espresso, con quelle potenze in gioco, per me è alquanto inutile.
Tuning in progress......
HU/DSP: Fiio M11 -> Helix Pro MkII
DRIVERS: (TW)Scan-Speak D3004/60200- (MID)Scan-Speak 10F/4424G00 - (WF) AD Vipera F6 - (SUB) Diyma R12
AMP TW/SUB: Zapco Z-150.4LX
AMP MID/WF: Zapco Z-150.4LX
Avatar utente
The_Bis
Woofer
Messaggi: 844
Iscritto il: 3 mar 2020, 21:55
Località: Vicenza

Re: Condensatore da un farad

#20

Messaggio da The_Bis »

Vi invito a riflettere sul fatto che, se ci si ispira al passato, di cose che andavo di moda totalmente errate o superate, ce ne sono state tante.

Sono cambiate le auto e gli assorbimenti dell'elettronica, sono cambiate le batterie (causa Start&Stop) e sono cambiati anche i finali (vedi i classe D) che hanno altissima efficienza, per non parlare del fatto che molti finali oggi nascono stabilizzati.

Non è che i condensatori siano praticamente scomparsi dal mercato (tranne porcherie cinesi) per puro caso.

E cmq un batteria migliore non sostituisce un condensatore e viceversa. Le due cose si compensano, ma hanno comportamenti diversi.

;)
Rispondi

Torna a “Accessori di Alimentazione”